Nuove minacce per l’ex ministro Massimo Bray in visita alla Real tenuta di Carditello

L’episodio è avvenuto durante la visita, quando in una delle sale della Reggia è stata rinvenuta una lettera con una missiva indirizzata all’ex titolare di via del Collegio Romano. Il ministro dei Beni Culturali Dario Franceschini esprime solidarietà e su Twitter, rassicura: “Le minacce sono a vuoto: il suo lavoro va avanti e lunedì firmo a #Carditello la nascita della Fondazione”

Massimo BrayNuove minacce all’ex ministro dei Beni Culturali Massimo Bray. Ieri, durante la visita alla Real tenuta di Carditello, a San Tammaro (nel casertano), è stata rinvenuta da parte della giornalista Carlotta Macerollo di Rainews24 – a cui Bray stava concedendo un’intervista – una busta con la scritta “X Massimo Bray Spm”. All’interno, la missiva contro l’ex titolare di via del Collegio Romano: “Ti avevamo detto di non tornare a Carditello altrimenti saresti morto”.

Non è la prima volta che Bray riceve minacce di questo tenore. L’ex deputato Pd è sotto scorta da un anno e cioè da quando Carditello è stata acquisita dallo Stato proprio grazie al suo intervento da responsabile del Mibact. L’ultima lettera di minacce risaliva al febbraio scorso ed era indirizzata anche alla giornalista casertana Nadia Verdile.

Il ministro dei Beni Culturali Dario Franceschini ha espresso solidarietà a Bray e ha rassicurato, scrivendo sul suo profilo Twitter: “Le minacce sono a vuoto: il suo lavoro va avanti e lunedì firmo a #Carditello la nascita della Fondazione”. “Episodi di questo tipo – ha poi aggiunto Franceschini – non devono e non possono essere in alcun modo sottovalutati. Su Carditello l’impegno dello Stato italiano è massimo e in continuità con l’operato di Bray”. Piena solidarietà a Massimo Bray per le gravissime minacce ricevute per la sua azione a difesa della Reggia di Carditello, anche dal Pd provinciale di Napoli. “Questo è già il terzo spiacevole episodio – dichiarano Venanzio Carpentieri e Luisa Pezone – Ci auguriamo vivamente si riesca a chiarire presto ogni aspetto di questa vicenda che va avanti già da troppo tempo e che vengano puniti presto i colpevoli.”

Lunedì pomeriggio sarà firmato presso il Comune di San Tammaro l’accordo per la valorizzazione del Real Sito di Carditello, primo passo necessario alla nascita della Fondazione Istituzionale per il Real Sito di Carditello. Oltre al ministro Franceschini, a firmare l’accordo ci saranno: il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, il prefetto di Caserta Arturo De Felice e il sindaco di San Tammaro Emmidio Cimmino.

Lascia un commento