Renzi dal Giappone assicura: “entro giovedì riforma della Pubblica amministrazione. Sud? basta piagnistei”

Il premier ha annunciato che entro giovedì verrà approvata la riforma della pubblica amministrazione che renderà l’Italia un Paese più semplice e leggero. Per quanto riguarda il Sud è “necessario rimboccarsi le maniche e smetterla con inutili piagnistei”

Renzi.GiapponeTokyo – Il premier Matteo Renzi in questi giorni è in visita ufficiale in Giappone, dove ha incontrato la comunità italiana nella residenza dell’ambasciatore italiano a Tokyo. Durante l’incontro il Presidente del consiglio ha annunciato, entro il prossimo giovedì, la riforma della pubblica amministrazione volta a rendere il nostro Paese più semplice ed efficiente.

Le riforme sono, fin dal suo insediamento, uno dei punti cruciali del programma politico del Governo Renzi, di fondamentale importanza al fine di rendere “l’Italia un Paese più semplice e tranquillo”. E’ quanto sostiene il nostro premier, che dalla patria del sushi, dopo l’approvazione della discussa riforma della scuola, annuncia che entro giovedì sarà la volta della riforma della pubblica amministrazione. Quest’ultima prevede una norma che fa sì che in 90 giorni si abbia un sì o un no dalla pubblica amministrazione, una semplificazione che “renderà l’Italia più semplice e leggera” sottolinea Renzi.

Nel corso del suo discorso in terra nipponica ha aggiunto “Io e Abe – primo ministro giapponese – siamo colleghi; anche lui è impegnato in una riforma costituzionale. Certo lui è più fortunato perché ha solo due passaggi, ma noi andremo fino in fondo e faremo il referendum in cui i cittadini diranno sì o no”.

“Mettere a posto di più le nostre città” è l’invito di Matteo Renzi ai sindaci italiani osservando che “Sono due milioni e settecentomila  i giapponesi che vengono in visita in Italia – aggiungendo – chi fa un viaggio di diecimila chilometri deve essere accolto con la massima attenzione”. Senza troppi giri di parole il premier ha esplicitamente chiesto ai primi cittadini delle nostre città di lavorare di più nei prossimi mesi e fare in modo che il Bel Paese torni ad essere un punto di riferimento nel mondo.

Per quanto riguarda il Sud il capo del Governo italiano invita ancora una volta a rimboccarsi le maniche. Questo a distanza di giorni dalla pubblicazione dei dati del Rapporto Svimez sull’economia del Mezzogiorno, che hanno delineato un futuro, nemmeno troppo lontano, disastroso per il meridione a rischio sottosviluppo permanente.

In merito alla questione meridionale, le parole di Renzi arrivano anche in risposta alla lettera scritta da Roberto Saviano su Repubblica ed indirizzata proprio al Presidente del consiglio che afferma: “Sul Sud basta piagnistei: rimbocchiamoci le maniche. L’Italia, lo dicono i dati, è ripartita. E’ vero che il Sud cresce di meno e sicuramente il governo deve fare di più, ma basta piangersi addosso”.

Lunedì il presidente del Consiglio interverrà all’università di Tokyo e poi incontrerà sia l’imperatore giapponese sia il primo ministro Shinzo Abe. Renzi avrà una serie di incontri sia con gli imprenditori italiani che investono in Giappone sia con la comunità finanziaria nipponica.

FOTO: tratta da ansa.it

Lascia un commento