E’ la volta di Acheronte, caldo africano fino a domenica

Arriva Acheronte, l’anticiclone africano che pomperà aria caldissima dall’entroterra algerino sull’Italia almeno fino al 9 agosto quando il tempo inizierà a cambiare. Sole, afa e temperature da record con valori massimi che sfioreranno in alcune parti della penisola i 38°C

CaldoNapoli, 3 agosto – Inizio di agosto infuocato. Dopo Flegetonte e Caronte che hanno stretto l’Italia nella morsa del caldo torrido con picchi di temperatura che hanno sfiorato i 40°C e un luglio da record con oltre 3°C in più rispetto alla media stagionale, la tregua dall’afa è finita e si tornerà a boccheggiare. Da oggi ha inizio la conquista della penisola da parte di Acheronte, l’anticiclone africano che pomperà aria bollente dall’entroterra algerino.

Acheronte si abbatterà sopratutto sul Nord e il Centro dell’Italia, mentre il Sud sarà attraversato da deboli ma fresche correnti balcaniche, ad eccezione della Campania. Una nuova ondata di caldo africano caratterizzerà l’intera settimana con tanto sole, temperature record e afa. Insomma un’estate da record quella del 2015 che ha visto la colonnina di mercurio impennarsi registrando temperature ben oltre la media stagionale.

Oggi rovesci e temporali interesseranno gli Appennini meridionali e anche le coste ioniche, risultando localmente molto forti, quindi è opportuno prestare attenzione. Da domani l’instabilità sarà meno diffusa e il sole dominerà su l’intera penisola, isole comprese. Le temperature saranno in graduale e costante aumento fino a toccare valori massimi molto vicini ai 38° sia al Nord che al Centro, con sensazione di afa, da moderata a localmente intensa.

Sarà una settimana bollente e il caldo africano portato da Acheronte non darà tregua almeno fino al 9 agosto. Solo allora si tornerà a respirare con il tempo che inizierà a cambiare lentamente e l’arrivo di violenti temporali al Nord e parte del Centro.

Lascia un commento

13 − 5 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.