Rischio veleni nelle sigarette di contrabbando

Molte le sigarette di contrabbando pericolose per la salute in vendita nei quartieri del centro storico

sigarette contrabbandoNapoli è una dei principali terminali per i nuovi traffici delle sigarette di contrabbando provenienti dall’est Europa e alcune addirittura dal medio oriente.

Le sigarette provenienti da queste zone e con marchi sconosciuti molto spesso finiscono nei depositi specializzati della camorra, che continua a gestire un traffico da milioni di euro.

Basta andare a fare un giro nel centro storico, nei quartieri di Forcella o la Sanità per trovare tantissime bancarelle poco distanti l’una dall’altra, i marchi di queste sigarette sono: Yes smoke, 777, D&B, Cheal White. Come riportato da Il Mattino, queste risulerebbero ancora più pericolose di quelle legali perché il tabacco presente all’interno verrebbe lavorato addirittura con sostanze tossiche.

Purtroppo i clienti di queste bancarelle sono moltissimi anche per via dei costi bassissimi. Un pacchetto da 20 sigarette di questi marchi oscilla dai 2 ai 3,50 euro.

Dalla Cina e Ucraina invece arrivano delle imitazioni di marchi come Chesterfield e Marlboro. Le fabbriche imitano alla perfezione anche le scatole e al loro interno mettono sempre sigarette dannose e di qualità molto scarsa.

Fumare è già un rischio, ma fumare sigarette lavorate con sostanze tossiche come quelle di contrabbando moltiplica spaventosamente i rischi per la salute.

Lascia un commento