Tornano gli appuntamenti con il Jazz in vigna

Mario Romano Quartieri Jazz ed il neapolitan gipsy jazz

jazz in vignaDopo la pausa estiva, tornano i rigeneranti appuntamenti con Mario Romano e la sua band ed il Jazz in vigna. Alle 20.30 si parte con una visita tra i profumi dei vigneti e delle erbe officinali, guidati dal padrone di casa, Antonio Iovino (la visita è facoltativa).

Al ritorno una bella degustazione “poderosa”, con l’appetito che si è rinforzato durante la passeggiata. Croccanti zeppoline in pastella, per aprire le danze del gusto, e pasta e fagioli con le cozze, tra gli effluvi della campagna (prodotti di Campagna Amica della Coldiretti) e la brezza salmastra del mare. Ad annaffiare il tutto, Piedirosso e Falanghina di produzione propria.

Alle 21.00, poi, gli alberi frondosi faranno da degno e suggestivo palcoscenico alla performance di note di Mario Romano Quartieri Jazz con il loro neapolitan gipsy jazz. Ancora una volta a salire sul palco con Mario Romano alla chitarra saranno Luigi Esposito al piano, Ciro Imperato al basso ed Emiliano Barrella alla batteria.

Ritemprata dalla pausa estiva la band torna sul palco ancora più carica di emozioni e grinta trasfuse in musica. Innanzi tutto uno sguardo gettato sul prossimo futuro in note. Dalla dolce amorevolezza di Cammen al fuoco esplosivo del magma di Vesuvia, due melodie femmine per eccellenza, fino ad arrivare alla rabbia de Le quattro Giornate di Napoli – l’uscita del nuovo disco è attesa per l’inverno -, dove rifluisce l’amore per una città e la voglia di cambiamento e quella di costruire e rendere possibile un destino diverso per una “regina” troppo spesso violata.

Ed ancora tanti evergreen da ‘E strade cà portano a mare (Graf Editore), di cui si sta preparando una richiestissima ristampa. Ci si saluta in allegria con una dolce bonanotte, una torta genuina come il bacio di una nonna, sempre attenta all’alimentazione dei suoi cari.

Per maggiori info e prenotazioni è possibile chiamare il 3404893836, o mandare una mail a quartierijazz@live.it

Lascia un commento