Giugliano in Campania: Poziello a rischio per un ricorso al Tar del Movimento 5 Stelle

Secondo i pentastellati ci sarebbero stati degli illeciti nella certificazione delle firme per le elezioni comunali dello scorso 31 maggio

Comune di GiuglianoGli esponenti del Movimento Cinque Stelle di Giugliano in Campania hanno presentato un ricorso di oltre mille pagine al Tar per l’annullamento del verbale di proclamazione degli eletti alle elezioni comunali dello scorso 31 maggio. Come evidenziato dal quotidiano online TeleclubItalia, secondo i pentasellati ci sarebbero stati una serie di illeciti amministrativi connessi alle elezioni, che hanno poi portato Antonio Poziello alla vittoria.

Sotto la lente dei Cinque Stelle sono finiti verbali, liste, firme, schede elettorali. Tra gli illeciti, secondo gli esponenti del Movimento, ce ne sarebbero diversi nelle firme che certificano le liste. Visto che si tratta di un ricorso d’urgenza, il Tar potrebbe decidere di comunicare la data dell’udienza entro pochi giorni. La prima richiesta avanzata dai rappresentanti legali dei Cinque Stelle è l’annullamento delle elezioni. Questo significa che, se il Tar dovesse dare ragione ai pentastellati cadrebbe l’amministrazione attualmente in carica. Allegato al ricorso ci sarebbe anche un esposto alla Procura della Repubblica per presunti brogli.

La volontà di procedere alle vie legali era già stata annunciata il giorno delle elezioni, quando il candidato sindaco M5S Nicola Palma aveva girato un video, denunciando una “compravendita di voti alla luce del sole”. Dopo quel video intervenne la Digos identificando alcune persone.

Lascia un commento

4 × due =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.