Primo festival internazionale di filosofia, ad Ischia “La Filosofia, il Castello e la Torre”

Il festival, ideato dal dottor Raffaele Mirelli, si terrà ad Ischia dal 24 al 27 settembre. Ospite d’eccezione: Erri De Luca. Conferenze, seminari, iniziative e laboratori per riportare la disciplinaa tra la gente. Ospite d’eccezione: Erri De Luca

torre GuevaraNapoli, 4 settembre 2015 –  In una sede prestigiosa come Palazzo Serra di Cassano a Napoli, si è tenuta la conferenza stampa di presentazione del Primo Festival Internazionale della Filosofia, intitolato  “La Filosofia, il Castello e la Torre”. La manifestazione, ideata dal dottor Raffaele Mirelli, gode del patrocinio dell’Istituto Italiano degli Studi Filosofici di Palermo e della Federazione Internazionale delle Società di Filosofia. Tra gli enti organizzatori il Centro Internazionale per la Ricerca Filosofica di Palermo, l’Associazione Culturale Insophia e il Circolo ”Georges Sadoul” di Ischia. Sponsor ufficiale, Fonte delle Ninfe Nitrodi e Ischia Spaeh.

In un momento di grande crisi per la cultura, il festival apre le porte della filosofia ad un vasto pubblico, di tutte le età, e si interroga sul potenziale ruolo della ”madre” di tutte le discipline nella società moderna. L’evento ruoterà intorno alla domanda: “A cosa serve la filosofia?”. In particolare, verrà rivalutata la figura del filosofo, troppo spesso considerato un sognatore, estraneo alla realtà. A questo proposito, l’isola di Ischia diventerà luogo di richiamo del filosofo, imprigionato dal pregiudizio,  a scendere tra il pubblico ed a creare una relazione con esso.

In programma quattro giorni di convegni, dal 24 al 27 settembre, dibattiti e laboratori, che toccheranno tre luoghi simbolo di Ischia: il Castello Aragonese, la città sommersa di Aenaria e la Torre di Guevara. La scelta di luoghi così suggestivi richiama la volontà di legare la filosofia al turismo, puntando a riconoscere la bellezza e l’importanza storica dell’isola. Arte e filosofia si fonderanno nelle sculture di Gabriele Renzullo e nelle pitture di Manuel Di Chiara: sessanta Opere che verteranno sull’arte come espressione di conoscenza filosofica.

Tra i protagonisti anche i bambini, cui verranno dedicati laboratori di filosofia, mentre attraverso le sezioni di ”Sentimenti in filosofia” gli studenti dovranno spiegare attraverso i filosofi le emozioni, riconoscendole.

Ospite d’eccezione, lo scrittore italiano Erri De Luca il quale, con l’intervento su ”l’utensile parola” che si terrà il 27 settembre, evidenzierà l’importanza della scrittura nella filosofia, in quanto lo scrittore, come il filosofo, non smette mai di investigare e di interrogarsi.

Inoltre, il festival abbraccerà una Campagna per la sensibilizzazione ad una guida responsabile: ”Guida SI-cura”, che si tradurrà nell’installazione di una serie di pannelli in prossimità di incroci e strisce pedonali: aforismi e frasi che invitano pedoni e automobilisti a riflettere sull’importanza del rispetto delle regole stradali. Il titolo si ricollega al filosofo che diventa la cura di un mondo allo sbaraglio, tra caos e disperazione.

L’isola di Ischia si trasformerà in un pensatoio aperto, in un percorso storico-culturale che abbraccerà passato e futuro con al centro il filosofo il quale, in un momento storico di  grave crisi di valori, ha il ruolo di risvegliare la coscienza dell’essere umano.

Lascia un commento