Si ritorna a scuola, da oggi quasi 9 milioni di studenti di nuovo tra i banchi

Al via il nuovo anno scolastico. Nelle previsioni del Codacons ogni famiglia spenderà 1.100 euro per l’acquisto di libri di testo e corredo scolastico

scuolaNapoli, 14 settembre – Sono 7.861.925 i ragazzi iscritti nella scuola statale, ed oltre 960.000 quelli delle paritarie che oggi varcano il cancello della scuola, ritornando tra i banchi. Questi gli altri numeri: nella scuola statale sono più di 1 milione gli alunni dell’infanzia, 2.583.514 quelli della scuola primaria, 1.649.408 gli studenti della secondaria di I grado e 2.628.648 quelli della secondaria di II grado. Oltre 216.000 gli alunni con disabilità.

8.384 istituti scolastici, complessivamente le classi saranno 369.902. Fra le regioni con più alunni, la Lombardia (1.185.662), seguita da Campania (920.964), Sicilia (763.529), Lazio (741.633).

Si riparte dunque, e questo sarà l’anno de “la Buona Scuola”, la legge approvata lo scorso luglio e che vede ancora in questi giorni il protrarsi delle polemiche per l’esodo forzoso di migliaia di docenti da sud a nord per un piano straordinario di assunzioni in quattro fasi, solo due delle quali portate già a compimento. Chiusa la fase B, sono state assegnate 8.532 cattedre, su 8.776 a disposizione. 244 professori precari hanno rinunciato all’assunzione. Ora si attenderà la fase C di novembre destinata al potenziamento, con oltre 55 mila posti a disposizione. Mentre il 1° dicembre dovrebbe essere bandito un nuovo concorso.

Il ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Stefania Giannini, sarà oggi in Molise per l’inaugurazione ufficiale dell’anno scolastico. E questo perchè secondo le intenzioni del ministro occorre valorizzare anche le aree interne del paese. Il sottosegretario all’Istruzione, Davide Faraone, sarà invece a Palermo alle 10.30 per inaugurare l’anno scolastico del Liceo Linguistico “Ninni Cassarà”. Insieme a lui ci sarà anche Don Luigi Ciotti, presidente di Libera.

Con il nuovo anno scolastico si ritorna a parlare di caro-libri e non solo. Una vera stangata – secondo il Codacons – attende i genitori degli alunni per l’acquisto di diari, zaini, astucci, oltre che dei libri di testo. Il costo previsto è di circa 1.100 euro a studente. Ed è proprio contro il caro-libri che l’associazione dei consumatori ha lanciato l’iniziativa “Libri gratis” creando su Internet un punto d’incontro attraverso il quale studenti e cittadini potranno scambiare o regalare libri di testo usati.

Lascia un commento