Napoli, sequestrate 2 tonnellate di sigarette di contrabbando

A Casavatore (Na) , la Guardia di Finanza ha sorpreso cinque persone mentre erano intente a caricare tre furgoni e un autocarro per la successiva distribuzione sul territorio

sigarette-contrabbandoNapoli, 14 settembre – La Guardia di Finanza di Giugliano ha colto in flagrante cinque persone impegnate a caricare le “bionde” su tre furgoni e un autocarro per poi passare all’immissione sul territorio per la vendita illegale alla media di circa 3,50 euro al pacchetto; se i responsabili fossero riusciti a mettere in vendita la merce avrebbero guadagnato ciascuno, 14 mila euro.

Scoperto inoltre un deposito di circa 200 mq, situato a Casavatore (Na), adoperato per lo stoccaggio di sigarette di contrabbando e rinvenute buste da 5 kg ciascuna per un peso complessivo di 2.020 kg pronto per essere portato sul mercato ricavandone circa 250.000 euro.

I cinque uomini di età compresa tra i 33 e 48 anni sono stati tratti in arresto mentre sono stati messi sotto sequestro il deposito e i quattro mezzi.

Mettendo da parte il fenomeno criminale, questi avrebbero creato anche danni economici diminuendo la vendita legale producendo così anche problemi ai lavoratori delle rivendite autorizzate; ma il danno maggiore si ripercuote sulla salute dei fumatori che restano inconsapevoli delle sostanze altamente tossiche e nocive ancora più dannose per la salute per gli elevati livelli di catrame, nicotina ed altre sostanze tossiche presenti nelle sigarette di contrabbando.

Lascia un commento

19 − 1 =

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.