Europa League: Napoli-Brugge. Esordio europeo per Sarri, che pensa a un cambio modulo

Si gioca stasera alle ore 19.00 allo Stadio San Paolo. Il tecnico del Napoli potrebbe scegliere di schierare il 4-3-3, modulo che permette di sfruttare meglio i tanti trequartisti a disposizione. Inoltre, spazio a chi finora ha giocato meno

Stadio San PaoloComincia la fase a gironi dell’Europa League 2015/2016. E inizia anche l’avventura europea di Maurizio Sarri, che non ha mai affrontato questa competizione ma che, complici anche i risultati in campionato dovrà imparare in fretta. Napoli e Brugge scenderanno in campo questa sera alle ore 19.00. Al San Paolo saranno presenti circa 15mila spettatori, segno che l’Europa League continua a non emozionare molto i supporter azzurri. Sul numero degli spettatori, inoltre, influirà anche la chiusura per squalifica delle curve, dopo i lievi scontri della semifinale col Dnipro di un anno fa.

Sarri, durante la conferenza stampa pre-gara si è detto tranquillo per il suo esordio europeo e ha assicurato i tifosi circa il massimo impegno per il passaggio del turno. Mentre sui numerosi errori della retroguardia partenopea, il tecnico li ha imputati ad un atteggiamento mentale errato e non a problemi tattici. Durante la conferenza era presente anche l’attaccante belga del Napoli Dries Mertens, che ha parlato del Brugge come di una squadra “molto insidiosa”. Una squadra che “se indovina la giornata giusta può esprimersi al top e mettere in difficoltà chiunque”.

Per quanto riguarda il Brugge, la formazione belga ritrova ancora un’italiana sulla sua strada, dopo aver affrontato nella scorsa edizione il Torino. “Come qualsiasi squadra, e vale anche per noi, a inizio stagione si cerca un modulo ideale e loro, nell’ultima gara, hanno virato su un 4-3-3 – spiega il tecnico Michel Preud’homme nella conferenza pregara – In ogni caso dobbiamo essere pronti a tutto e abbiamo già dimostrato contro il Panathinaikos di essere in grado di adattarci agli avversari, di essere flessibili”.

Nel Napoli, vista la buona prestazione fatta vedere dai suoi con il modulo 4-3-3 nel finale di gara contro l’Empoli, Sarri starebbe pensando di adottare il tridente. Spazio inoltre a chi finora ha giocato meno. Davanti a Reina, coppia centrale formata da Chiriches e Koulibaly, con Ghoulam a sinistra e Hysaj sul versante opposto. A centrocampo David Lopez, Jorginho e Hamsik. In attacco Mertens, Higuain e Callejon.

Nel Brugge, Preud’Homme potrebbe proporre un 4-3-1-2. Davanti a Bolat la coppia centrale sarà formata da Mechele e Duarte, con Meunier a destra e De Bock a sinistra. A centrocampo Vormer, Simons e Claudemir. Vazquez agirà da trequartista dietro Vossen e Diaby.

Le probabili formazioni:

NAPOLI (4-3-1-2): Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Lopez, Jorginho, Hamsik; Insigne; Higuain, Mertens. All. Sarri

BRUGGE (4-3-1-2): Bolat; Meunier, Mechele, Duarte, De Bock; Claudemir, Simons, Vormer; Vazquez; Vossen, Diaby. All. Preud’Homme

ARBITRO: István Vad (Ungheria)

Lascia un commento

quattro − tre =

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.