Operaio muore folgorato sul lavoro a Casandrino

Sul posto i carabinieri di Grumo Nevano per stabilire la dinamica dell’incidete e le eventuali responsabilità

lavoro.morteNapoli, 18 settembre — Tragico incidente sul lavoro a Casandrino in provincia di Napoli in cui è rimasto ucciso un giovane ragazzo di 28 anni residente a Sant’Antimo. Gioacchino Verde è il nome dell’ultima vittima sul lavoro. L’ennesima morte bianca che si aggiunge agli oltre 640 casi denunciati in Italia e registrati da gennaio a luglio di quest’anno dall’INAIL.

Gioacchino è stato trovato a terra in fin di vita dai colleghi di lavoro al fianco dell’impastatrice per cemento. Il ragazzo è morto dopo un’ora di tentativi di rianimazione. Si ipotizza che sia rimasto folgorato.

Sul posto sono giunti i carabinieri della stazione di Grumo Nevano che stanno provvedendo ad effettuare le indagini per determinare le cause dell’incidente avvenuto nel cantiere edile privato in cui è in costruzione uno stabile. Da verificare lo stato elettrico dell’impastatrice per stabilire se si sia trattato di una tragica fatalità o di negligenza sulle norme di sicurezza.

Lascia un commento