NA≥DOP, “Napoli da ora in poi” tra musica, luoghi d’arte e sapori

Dopo il successo del debutto nel giugno scorso con la presentazione del sito NA≥DOP e della compilation “Di Voce in Canto- Vol 1”, prosegue il ciclo di appuntamenti di “NA≥DOP – Napoli da ora in poi”, il nuovo progetto culturale nato da un’idea di Gabriella Rinaldi, che coniuga musica, luoghi d’arte e cultura del cibo

NADOPSi parte il 25 e 26 settembre 2015, ore 20.30, alla Casina Pompeiana (Villa Comunale, Via Riviera di Chiaia, Napoli) con le protagoniste di NA≥DOP, nell’ambito della rassegna Estate a Napoli FEMME-NA patrocinata dal Comune di Napoli Assessorato alla Cultura ed al Turismo ed in partnership con Legambiente. Gli appuntamenti sono il preludio di un’ampia rassegna che partirà ad ottobre per concludersi a gennaio.

Durante le due serate le artiste daranno vita ad una nuova forma di concerto interattivo. Il 25 settembre saliranno sul palco: Brunella Selo, Fiorenza Calogero, Cristina Pucci, Katres, Annalisa Madonna con Gianluca Rovinello, e con la partecipazione di Gabriella Rinaldi. Mentre il 26 settembre sarà la volta di: Piera D’Isanto con Marco Silvi, Deva, Monica Pinto, Maria Chiara (in Podcast), Gabriella Rinaldi con la partecipazione di Brunella Selo. Le artiste saranno accompagnate da un band formata da Dario Franco (basso), Max Carola (chitarre e computer), Piero de Asmundis (tastiere), Carlo De Gennaro (percussioni e batteria), Mario Russo (batteria).

Oltre ai pezzi tratti dall’album “Napoli da ora in poi – Di Voce in Canto Vol. I” e ad alcuni brani del repertorio delle singole cantanti e attrici, si alterneranno letture, video, racconti, documentazioni delle “Cucinelle di NA≥DOP”, con esposizione e proiezioni delle fotografie di Roberto Russo. Il pubblico sarà invitato a partecipare attivamente allo spettacolo in una sorta di intervista reciproca dove i presenti potranno interagire andando così ad arricchire il progetto di nuovi stimoli e punti di vista. Un’idea fedele al nucleo ideativo di NA≥DOP ed alla sua caratteristica di essere innanzitutto un progetto multimediale, di ricerca culturale e contaminazione di generi e stili performativi diversi.

Ma le date del 25 e 26 sono solo le prime di una lunga rassegna di concerti, intitolata “Di Voce in Canto”, patrocinata da Legambiente e l’Arcidiocesi di Napoli – Ufficio Diocesano Beni Culturali che comincerà il 23 ottobre 2015, per proseguire il 30 ottobre 2015, poi il 14 e il 27 novembre, e ancora il 29 dicembre, per terminare il 2 gennaio 2016. Un fitto calendario che conferma NA≥DOP come appuntamento di rito in città.

La Chiesa di Sant’Aniello a Caponapoli, che ha già visto il debutto di NA≥DOP , è la vera casa madre del progetto e ospiterà da ottobre la nuova rassegna “Di Voce in Canto”. “Un posto magico e altamente evocativo”, spiega Gabriella Rinaldi, “che con il suo legame tra passato, presente e futuro sposa simbolicamente il concetto fondativo di NA≥DOP, e contribuisce a promuovere una sorta di ‘denominazione di origine protetta”. Si parte insomma dalla musica per mettere in luce il grande patrimonio di cultura e arte della città.

Durante la rassegna si alterneranno, sia in concerti singoli che in ensamble, le voci e le melodie delle 15 protagoniste di NA≥DOP: Gabriella Rinaldi, Cristina Donadio, Brunella Selo, Annalisa Madonna, DEVA, Monica Pinto, Daniela Carelli, Fiorenza Calogero, Daelle, Armanda Desidery, Katres, Piera D’Isanto, Raffy & Lea, Cristina Pucci, Maria Chiara: attrici, cantanti, scrittrici, che raccontano la propria visione di “Napoli da ora in poi”, attraverso i tre cardini del progetto. Partendo da un brano musicale, ogni artista infatti ha adottato un luogo, un monumento o un panorama napoletano e scelto una ricetta, un profumo o un sapore tipico.

Lascia un commento