Ischia, festini segreti a base di sesso e droga

Due persone arrestate, altre due segnalate al Prefetto; coinvolti anche minorenni. Si organizzavano tramite i social network e si davano appuntamento in ville private come quella del Cretaio, una zona boschiva del comune di Casamicciola, dove hanno fatto irruzione nella notte di domenica

festini sesso drogaIschia, 21 settembre – Avevano creato un gruppo chiuso su Facebook e grazie all’anonimato dei social network e utilizzando la velocità della rete organizzavano veri e propri droga party in ville private dell’isola d’Ischia fuori dai centri abitati.

Il blitz è scattato l’altra notte a Ischia, dove in località bosco del Cretaio, trenta carabinieri e uomini della Guardia di Finanza hanno fatto irruzione all’interno di una villa, nel comune di Casamicciola, interrompendo un “secret”, un festino a base di sesso e droga. I carabinieri, al comando del capitano Andrea Centrella, e la Guardia di finanza, agli ordini del tenente Paolo Aiello hanno tratto in arresto due persone: il ventitreenne ischitano Nerino Rotolo, che aveva il compito di introdurre in villa i quantitativi di hashish e cocaina destinati ai partecipanti, accusato di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti e Filomena Pesce, 28 anni di Ischia, proprietaria della villa, accusata di agevolazione dell’uso di sostanze stupefacenti e psicotrope.
I due sono stati trasferiti rispettivamente presso il carcere di Poggioreale e la casa circondariale femminile di Pozzuoli. Nel corso dell’irruzione, i militari hanno sequestrato sostanze stupefacenti, alcuni smartphone contenenti le chat del gruppo chiuso sui social, e identificato oltre trenta partecipanti al festino, fra cui diversi minorenni.
Il sistema dei cosiddetti “secret”, spiegano i militari, è prassi consolidata ad’Ischia: dopo i primi contatti per le adesioni sui social network, i pusher fornivano l’indirizzo dell’abitazione privata che avrebbe ospitato il festino, provvedendo a trasferirvi la droga, anche quella sintetica, proveniente dalla terraferma.

Lascia un commento