Portici, la notte bianca dei docenti: “una Buona Notte contro una Pessima Scuola”

L’appuntamento con i “lumini della protesta” a villa Fernandez, a Portici

notte bianca docentiNapoli, 24 settembre – E’ stata “una Buona Notte contro una Pessima Scuola”. Così scrivono gli organizzatori della Notte Bianca della Scuola. Evento programmato “nella giornata dell’equinozio, la giornata dell’eguaglianza delle scuole, contro una legge che vuole differenziarle e dividerle”. Ritorna a compattarsi il fronte del No alla Legge 107/2015, la “Buona Scuola” approvata “con un colpo di mano” da questo Governo, dopo l’ennesimo annuncio, nel luglio scorso, di un confronto con i docenti e studenti con la relativa promessa, mai mantenuta, della convocazione degli “Stati Generali della Scuola”.

Ritornano le assemblee, le discussioni ed il confronto animato tra docenti, genitori ed alunni. Decisa a Bologna il 5-6 settembre scorso la linea nazionale da tenere. Sarà campagna referendaria, e non solo, sui temi del Lavoro (contro Jobs Act e Buona Scuola) e in difesa dei Territori (contro lo Slocca Italia e le trivellazioni indiscriminate).

Intanto ieri i docenti partenopei si sono dati appuntamento a Portici (Napoli) nella casa che fu della camorra, villa Fernandez, bene confiscato e riaperto alla cittadinanza. Una riapertura che ha visto il mondo della scuola riappropriarsi di uno spazio simbolo di legalità e democrazia. Una bella serata di partecipazione e confronto su come portare avanti la protesta. L’evento, organizzato da Illumin’Italia, aveva il patrocinio del Comune di Portici.

Unica nota stonata della serata la presenza non autorizzata di un comitato di protesta xenofoba che, con cori dai toni accesi contro la destinazione di villa Fernandez, come centro di accoglienza di migranti, ha inscenato una manifestazione non autorizzata, cogliendo l’occasione della presenza delle telecamere della trasmissione televisiva “Quinta Colonna”.

Lo stesso sindaco di Portici, circa la presenza dei manifestanti xenofobi, interpellato dai docenti presenti alla manifestazione della Scuola, faceva spallucce dopo aver dichiarato che quella manifestazione non era stata autorizzata ma che ha continuato a disturbare gli astanti, sotto gli occhi incuriositi della Polizia presente alla villa.

Questi tutti gli appuntamenti programmati per la giornata di ieri:

➡ Bologna: presidio in piazza San Francesco dalle 20,30, con fiaccolata finale “per fare luce sulle ombre della legge 107/2015”.
➡ Cagliari: appuntamento in via Roma, sotto la sede della Regione.
➡ Caltanissetta: in piazza Falcone Borsellino ore 19, muniti di torce elettriche e della Costituzione italiana, lettura collettiva degli articoli che sanciscono libertà e diritti.
➡ Città di Castello (Perugia): in piazza Matteotti, dalle 18 alle 23, docenti incontrano studenti, genitori, cittadini.
➡ Corato (Bari) appuntamento con insegnanti, studenti e cittadini alle alle 19,30, presso Zinnannà.
➡ Genova: dalle 16,30 assemblea pubblica dell’UDS. A seguire, interventi di un DS, di studenti, di docenti, di personale ATA, di genitori e dei rappresentanti delle organizzazioni che hanno programmato l’evento. In caso di pioggia l’assemblea si sposterà da Piazza Matteotti all’atrio di Palazzo Ducale.
➡ Milano: assemblee in diverse scuole, nella serata presidio/festa/assemblea dalle 19 nei Giardini in Transito di viale Montello 3 (Giardino comunitario Lea Garofalo).In caso di maltempo l”iniziativa verrà trasferita al Lato B sede dell’UDS – viale Pasubio 13 Milano – a 100 metri dai Giardini in Transito via Montello 3.
➡Portici (Napoli): in serata ai, via Diaz, incontro pubblico in una splendida villa sequestrata alla camorra e finalmente restituita alla collettività. Previsto un flash mob luminoso conclusivo “per ridare luce alla nostra speranza di vivere una scuola più democratica e inclusiva”.
➡ Padova: piazza Capitaniato e sala Nassiriya dalle 18 alle 23, musica, letture per bambini, dibattiti, volantinaggio, animazioni… anche in caso di pioggia
➡ Parma: assemblea pubblica alle 21 presso la sala civica “Bizzozzero”.
➡ Pesaro: improvvisazioni sonore, spuntini condivisi, microfono aperto in piazza Collenuccio dalle 21,30.
➡ Pescara: dalle 17,30 in piazza della Rinascita (piazza Salotto), assemblea.
➡ Roma:
– presidio al ministero dell’istruzione dalle 16,30 (viale Trastevere). Sarà allestito un set fotografico per realizzare le Cartoline itineranti della scuola pubblica, seguito dalla lettura corale degli articoli della Costituzione.
– Cinecittà Bene Comune e coordinamento scuole del VII Municipio in assemblea dalle ore 17,00 alle 20,00 presso l’Istituto J.Piaget. In apertura reading e Banda Cecafumo.
➡ Siena: piazza Salimbeni dalle 17 alle 21, presidio con volantinaggio e assemblea.
➡ Trieste: ore 20, serata in piazza Cavana con musica Indie-Rock, Blues e Jazz dal vivo.
➡ Vicenza: tutti in piazza Signori (dalle 18), con la Costituzione in mano. Lettura e discussione. in caso di pioggia si sosterà sotto i portici.
➡ Bari: “Questa scuola è ancora nostra”, assemblea e workshop con insegnanti e studenti all’istituto Romanazzi (via Celso Ulpiani 6) dalle 15,30.
➡ Barletta: assemblea, “costruiamo insieme l’autunno per un’Altra Scuola a prova di studente!“, è tempi di “praticare l’alternativa, ovvero un modello di scuola realmente pubblica, gratuita…” (Monte di pietà, via Cialdini, ore 17,30).
➡ Ferrara: volantinaggio davanti alle scuole

Lascia un commento

dodici − 6 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.