Il bradisismo dei Campi Flegrei verrà controllato anche dal mare

In via di ultimazione i lavori di posa di un cavo in fibra ottica di 2,5 chilometri nel golfo di Pozzuoli

tempio_serapide_foto_sgamatoNapoli, 30 settembre – Per la prima volta il bradisismo dei Campi Flegrei sarà misurato anche dal mare. Grazie a un finanziamento europeo è stato possibile predisporre un cavo in fibra ottica che controllerà il fondale marino, dove sono gran parte delle bocche del supervulcano più pericoloso d’Europa.

“L’installazione del cavo, della lunghezza di 2,5 chilometri, è stata quasi ultimata nel golfo di Pozzuoli e fra circa 10 giorni prevediamo di fare le prime misure” così ha commentato il direttore dell’Osservatorio Vesuviano dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Giuseppe De Natale, a margine del convegno sulle tecniche più innovative di monitoraggio dei vulcani in corso a Napoli.

Lascia un commento

uno × uno =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.