Europa League: il Napoli vince e si diverte. Legia Varsavia battuta 2-0

Al Pepsi Arena decidono la gara il gol di Mertens al 53′ e quello di Higuain all’83’. Con questa vittoria i partenopei si portano in testa al girone, a pari punti con il Midtjylland

LEGIA VARSAVIA (4-2-3-1): Kuciak; Bereszyński, Rzeźniczak, Lewczuk, Brzyski; Pazdan (88’ Makowski), Jodłowiec; Trickovski (61’ Duda), Guilherme, Kucharczyk (61’ Nikolic); Prijović. All. Berg

NAPOLI (4-3-3): Gabriel; Maggio, Koulibaly, Chiriches, Ghoulam; Allan (84’ Chalobah), Valdifiori, David Lopez; Callejon (76’ Higuain), Gabbiadini, Mertens (71’ El Kaddouri). All. Sarri

MARCATORI: 53’ Mertens, 83’ Higuain

ARBITRO: Koukoulakis (Grecia)

Legia-Varsavia-NapoliVarsavia, 1 ottobre – Il Napoli, nella seconda giornata della fase a gironi di Europa League, batte il Legia Varsavia per 2-0 con le reti di Mertens e Higuain. Lo fa attraverso una prova convincente, che certifica diversi cambiamenti rispetto al Napoli dell’anno scorso. Mentre quella squadra aveva nel reparto difensivo un grosso punto debole – con 54 reti subite in campionato –, questa sta facendo della solidità difensiva la sua forza. Non solo. Ha ritrovato dei giocatori importanti che sembravano ai margini del progetto. Si pensi a Koulibaly e Insigne e al fatto che oggi sono presenti in rosa due registi, Jorginho e Valdifiori, in grado di valorizzare il lavoro di un attacco già stellare. Altro aspetto importante che farà felice Sarri è sapere di avere a disposizione una formazione dove anche chi gioca meno, come si è visto in questa partita, dimostra di poter fare molto bene.

Minuti iniziali senza grandi emozioni. È il Napoli a rendersi pericoloso per la prima volta al 5′ con Valdifiori che passa palla a Gabbiadini. L’attaccante, dopo essere scivolato riesce a rialzarsi subito e triangola con Mertens, che val tiro basso ma centrale e poco potente per impensierire l’estremo difensore del Varsavia. La squadra polacca prova a risponde subito con Prijović, ma il tiro è praticamente una telefonata per Gabriel.

Il Napoli si rendere nuovamente pericoloso al 27′, quando Maggio crossa per Callejon, che in area di rigore non trova il tempo per calciare. A quel punto sopraggiunge David Lopez che tira spiazzando il portiere. Ci pensa Pazdan a salvare la sua squadra, respingendo quasi sulla linea di porta la conclusione vincente del centrocampista napoletano. Si va al riposo sullo 0-0.

Ad inizio secondo tempo sembra che le squadre siano già stanche per tentare di andare oltre il pari.  Non è così. Al 53′ cross al volo di Callejon per Mertens, che schiaccia di testa e insacca in rete. È 1-0 per il Napoli. La squadra di casa reagisce e al 59′ va vicino al gol ma non lo trova a causa della traversa.

Con il passare dei minuti crescono gli spazi a disposizione del Napoli. Allan, poco altruista, divora diverse palle gol. A chiudere il match ci pensa Higuain, entrato in campo a poco più di dieci minuti dal termine della partita. All’83’ El Kaddouri triangola proprio con il Pipita, che porta a spasso sulla linea di rigore tutta la difesa del Varsavia e manda palla nell’incrocio dei pali. 2-0 per il Napoli. Gli azzurri sfiorano anche il 3-0 ma Gabbiadini è sfortunato a trovare la traversa che gli nega il gol. Arriva così la prima vittoria in trasferta per Sarri e i suoi. Ora si può finalmente pensare al Milan.

FOTO: tratta da ansa.it

Lascia un commento