Il Milan ospita il Napoli al Meazza per la settima giornata di campionato. Fiato sospeso dei tifosi azzurri per una classica di serie A

Dopo le buone prove contro Lazio e Juventus, ora i tifosi napoletani si aspettano molto dalla squadra, che deve dimostrare continuità di risultati. Nel Milan, il cui campionato non è mai decollato, tante le assenze, tra infortuni e diffide, a cui Mihajlovic dovrà tentare di sopperire

milan-napoliMilano, 4 ottobre – Dopo aver vinto e convinto contro Lazio e Juve, il Napoli è chiamato, questa sera alle 20,45, ad un’altra grande prova: quella di battere il Milan. Se così fosse, stasera al Meazza, per la formazione di Maurizio Sarri, terminerebbe in maniera molto positiva un tour de force, che ha visto giocare agli azzurri, tra campionato ed a Europa League, 7 gare in 21 giorni.

Il Napoli arriva all’appuntamento sulle ali dell’entusiasmo, grazie al fatto che dopo un inizio di stagione non dei migliori e che aveva buttato nello sconforto gran parte del pubblico di fede partenopea, i risultati sono iniziati ad arrivare. La squadra dovrebbe star bene anche fisicamente, grazie al turnover certosino operato da Sarri in occasione della trasferta di giovedì scorso contro il Legia Varsavia.

Chi non se la passa per nulla bene è il Milan. I risultati  stentano ad arrivare e la squadra di Mihajlovic alterna successi a sconfitte. Come se non bastasse, in occasione di una partita così importante il tecnico rossonero, che per adesso gode ancora della fiducia di Berlusconi, dovrà trovare il modo di sopperire a numerose assenze. Tra infortunati e diffidati è infatti emergenza.

Subito dopo il successo di Varsavia con la squadra che non è rientrata a Napoli ma si è recata direttamente a Milano, Sarri ha dichiarato: “Quella contro il Milan è una sfida importantissima perché permetterà ad entrambe le squadre di capire qual è la loro dimensione”. Tra i giocatori azzurri ha parlato anche Higuain, che ha elogiato il proprio allenatore: “Con lui ho un ottimo rapporto, sin dalle prime settimane che è qui mi ha fatto sentire importante”.

Per Mihajlovic quella contro il Napoli può essere “la partita della svolta”. Il tecnico ha definito “fondamentale il fatto di non prendere gol” e ha richiamato i suoi giocatori a “stare attenti”.

Mihajlovic deve fare a meno di Menez, Balotelli, Niang ed Abate e dello squalificato Romagnoli. Spazio, quindi, a Zapata ed Ely in difesa, con Calabria a destra e De Sciglio a sinistra. A centrocampo Kucka, Montolivo e Bertolacci. Sulla trequarti Bonaventura. In attacco Bacca e Luiz Adriano.

Dopo il turnover contro il Varsavia, Sarri schiera in campo la formazione che è risultata vittoriosa nella sfida alla Juventus. Tra i pali Reina. Centrali di difesa Albiol e Koulibaly con Hysaj a destra e Ghoulam a sinistra. Centrocampo formato da Hamsik, Jorginho e Allan. In attacco Insigne, Higuain e Callejon.

Le probabili formazioni:

MILAN (4-3-1-2): Diego Lopez; Calabria, Zapata, Ely, De Sciglio; Kucka, Montolivo, Bertolacci; Bonaventura; Bacca, Luiz Adriano. All. Mihajlovic

NAPOLI (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Allan, Jorginho, Hamsik; Insigne, Higuain, Callejon. All. Sarri

ARBITRO: Rizzoli di Bologna

Lascia un commento

quattordici − tredici =

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.