Aterrana: la rinascita digitale del borgo

Valorizzazione delle sue risorse ambientali, architettoniche. Domenica 18 ottobre la presentazione del progetto

AterranaPromuovere l’offerta turistica dell’antico borgo di Aterrana, frazione del comune di Montoro (Avellino), attraverso la valorizzazione delle sue risorse ambientali, architettoniche, storico culturali e produttive. Con questo obiettivo, combinando tecnologia e tradizioni, è nato l’innovativo progetto “Aterrana borgo digitale”, che sarà presentato domenica 18 ottobre alle ore 17 nel centro irpino, che nel tempo ha conservato intatto il suo antico aspetto.

Nell’ambito del progetto, promosso dal Comune di Montoro, ad Aterrana è stato allestito un Eco Museo en plen air che tutela le tracce della società rurale, in modo da preservarne il ricordo e la valenza identitaria a fronte dei mutamenti dovuti all’urbanizzazione, al progresso tecnologico e ai conseguenti cambiamenti sociali. Inoltre, sono stati installati pannelli didattico – esplicativi e realizzati supporti informatici e multimediali per la divulgazione delle risorse dell’antico borgo. A maggio, è stato organizzato l’evento “Le vie del legno”, un viaggio alla scoperta dell’arte del legno con percorsi turistici, dimostrazioni pratiche delle tecniche di lavorazione e workshop tematici. Come recita lo slogan “mettere radici in una storia senza confini”, il progetto punta ad uno sviluppo economico sostenibile di un territorio ricco di storia (le origini di Aterrana risalgono al periodo mesolitico) e alla creazione di nuove opportunità di crescita ed occupazione.

All’evento di presentazione, moderato dal giornalista RAI Enrico Deuringer, interverranno il Sindaco di Montoro Mario Bianchino, l’Assessore del Comune di Montoro Enzo Pecoraro, e il Presidente del Parco Regionale dei Monti Picentini Gregorio Romano. Il progetto sarà illustrato nei dettagli da Michele Della Vecchia, Direttore dei Lavori “Borgo Digitale di Aterrana”, Antonio Vitolo, Esperto di marketing e comunicazione, Giuseppe De Nicola, Presidente Servizi Innovativi e Tecnologici Confindustria Salerno, Michelangelo Lurgi, Presidente Rete Destinazione Sud, e Filippo Diasco, Direzione Generale per le Politiche Agricole e Forestali Regione Campania. Le conclusioni del convegno saranno affidate a Nicola Oddati, Esperto di politiche culturali.

Lascia un commento