San Giorgio a Cremano: 6 arresti per tangenti

Tra gli indagati anche Zinno,  sindaco di San Giorgio a Cremano

san.giorgio.a.cremanoLe forze di polizia stamane hanno fatto recapitare a sei funzionari del comune di San Giorgio ordinanze di custodia cautelare agli arresti domiciliari, tra gli indagati anche il sindaco di San Giorgio, Giorgio Zinno, e l’ex sindaco Mimmo Giorgiano.

Le indagini sono coordinate dal procuratore aggiunto Alfonso D’Avino e dai pm napoletani, le accuse sono di associazione a delinquere finalizzata alla corruzione ed alla turbativa d’asta.

Le indagini sono nate da una talpa che era a conoscenza di molti segreti del comune, i segreti svelati alla polizia sono quelli riguardanti diversi appalti che sono finiti tutti alla ditta D’Alessandro di San Giorgio. Uno degli appalti più importanti è quello per i lavori in via Cupa Mare.

La squadra mobile è ancora al lavoro per altre venti perquisizioni ordinate, già in prima mattinata è stata perquisita l’abitazione dell’attuale sindaco Zinno alla ricerca di documenti sulle tangenti utili allo svolgimento delle indagini. Altri controlli verranno effettuati alle abitazioni di altri politici locali.

Lascia un commento

20 − 11 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.