Tangenti al Comune di San Giorgio a Cremano. Il sindaco Zinno: “Completamente estraneo a vicende contestate”

Il primo cittadino del comune vesuviano annuncia di aver ricevuto un avviso di garanzia ed esprime piena fiducia nell’operato della magistratura e delle forze dell’ordine

Giorgio Zinno“Sono state emesse diverse misure di custodia cautelare per dipendenti dell’Ente ed imprenditori ma nessun provvedimento di questo genere è stato preso nei confronti di amministratori ed ex amministratori, come invece riportato da organi di stampa. A me è stato consegnato un avviso di garanzia ed affermo, nella maniera più forte e decisa, di essere completamente estraneo alle vicende contestate”. Lo ha detto Giorgio Zinno, sindaco di San Giorgio a Cremano, durante un’intervista rilasciata al quotidiano Il Mattino in merito alle indagini coordinate dal sostituto procuratore Alfonso D’Avino e riguardanti presunte tangenti finalizzate ad ottenere importanti appalti cittadini (vai all’articolo).

Il primo cittadino del comune vesuviano ha espresso fiducia nella magistratura. “Sono come tutti i giorni, al lavoro nel mio ufficio al Comune per lavorare nell’esclusivo interesse della Città. Esprimo, nella massima serenità, piena fiducia nella magistratura e nelle forze dell’ordine che stanno svolgendo questa indagine ed attendo di essere messo da loro a conoscenza di ulteriori e più chiari elementi prima di dare un giudizio su quanto sta avvenendo in queste ore. Sono – ha aggiunto Zinno – a disposizione per qualsiasi ulteriore chiarimento: il Comune che mi onoro di guidare è una casa di vetro e l’assoluta trasparenza è il cardine della mia azione amministrativa”.

Lascia un commento