Turno infrasettimanale di serie A: al San Paolo c’è Napoli-Palermo

Sarri pensa a un mini turnover. A detta del tecnico partenopeo sono possibili 2 o 3 cambi rispetto alla formazione che domenica sera ha battuto il Chievo. Squadre in campo a partire dalle ore 20.45

Hamsik e HiguainNapoli, 28 ottobre – Il Napoli è pronto a scendere nuovamente in campo, dopo aver battuto domenica sera il Chievo per 1-0 e grazie a questa vittoria aver raggiunto la terza posizione in classifica, a soli due punti dalla Roma e a tre dall’Inter, che ieri sera ha vinto contro il Bologna. Mentre i giallorossi stasera giocheranno in casa contro l’Udinese, gli azzurri ospiteranno il Palermo. Le formazioni di Sarri e Iachini si affronteranno al San Paolo a partire dalle ore 20.45.

Il Napoli non vuol fermarsi. Punta a scalzare la Roma dal secondo posto agganciando a pari punti i nerazzurri e sogna quella cosa che per scaramanzia alle falde del Vesuvio è impronunciabile. Fra l’altro sembra essere troppo presto per fare certi discorsi. Detto questo la crescita dei partenopei è però innegabile. Nelle ultime 9 gare 25 gol realizzati e solo 3 reti subite. Che si traducono in 8 successi e un pareggio tra campionato ed Europa League. In serie A sono quattro le vittorie consecutive. In soli due mesi il Napoli, archiviando le delusioni di inizio stagione, ha cambiato pelle. L’attacco è rimasto prolifico come sempre ma la difesa dall’essere tra le più bucate d’Italia è diventata una delle migliori. E per adesso la scelta di De Laurentiis di puntare sull’ex tecnico dell’Empoli, quando in pochi ci credevano, può dirsi sicuramente vinta.

Sarri è conscio che allungare la striscia di risultati positivi battendo il Palermo è un obiettivo da centrare ma sa anche che non sarà facile. I rosanero sembrano essersi ritrovati dopo un periodo piuttosto brutto fatto di sole sconfitte. Recentemente hanno vinto fuori casa contro il Bologna e sono riusciti a fermare l’Inter tra le mura amiche del Barbera. Oltretutto avendo giocato sabato godono di un giorno in più di riposo rispetto agli azzurri. Aspetto che ha fatto non poco arrabbiare mister Sarri, che ha più volte ripetuto: “Questa situazione poteva essere evitata. Chi fa l’Europa League dovrebbe essere tutelato e aver diritto al posticipo, a noi non capita quasi mai”.

Il tecnico dei partenopei, in conferenza stampa ha anche parlato della crescita dei suoi giocatori. “Era una squadra che non si rendeva conto di avere un potenziale. Ora se ne stanno rendendo conto, ma si stanno anche rendendo conto di avere dei difetti che vanno limati e poi spazzati via. I ragazzi hanno consapevolezza, ma ancora non sanno se riusciranno ad eliminare tutti i difetti. Io lavoro per quello”. Sarri ha ribadito la sua idea di turnover, che in parte sta cambiando. “L’Europa ci sta dimostrando che qualche giocatore ci può allargare la rosa di chi sta giocando con più continuità. In campionato è bene non stravolgere gli equilibri e fare un paio di innesti al massimo per volta”.

Nel Palermo, durante la conferenza stampa, l’allenatore dei rosanero Iachini ha chiesto ai suoi giocatori di essere “più che perfetti”. E ha fatto i complimenti al collega, plaudendo alla scelta del presidente De Laurentiis. “Il Napoli è tra le squadre più in forma e con più qualità del campionato. È una squadra organizzata, Sarri è la dimostrazione che se alle grandi squadre porti anche un allenatore e non solo un gestore si può avere una espressione migliore. Da allenatore mi fa piacere, perchè credo nel lavoro sul campo”.

Nel Napoli, il turnover a cui pensa Sarri dovrebbe concretizzarsi nel riposo forzato per 3 titolarissimi. Si tratta di Koulibaly, Allan e Callejon. In difesa spazio a Chiriches a fianco di Albiol con Hysaj e Ghoulam ai lati. A centrocampo Jorginho, Hamsik e David Lopez. In attacco Insigne, Higuain e Gabbiadini.

Iachini dovrà fare a meno degli indisponibili Bolzoni e Morganella. Davanti al portiere Sorrentino, ci sarà il terzetto difensivo con Struna, Gonzalez ed Andelkovic. A centrocampo Rigoni, Maresca e Hiljemark con Rispoli a destra e Lazaar a sinistra. In attacco Vazquez fantasista alle spalle del più avanzato Gilardino.

Le probabili formazioni:

NAPOLI (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Chiriches, Ghoulam; Lopez, Jorginho, Hamsik; Insigne, Higuain, Gabbiadini. All. Maurizio Sarri.

PALERMO (3-5-2): Sorrentino; Struna, Gonzalez, Andelkovic; Rispoli, Rigoni, Maresca, Hiljemark, Lazaar; Vazquez, Gilardino. All. Beppe Iachini.

ARBITRO: Giacomelli di Trieste

Lascia un commento

tre × due =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.