Il Napoli supera l’esame Udinese. Decide la rete di Gonzalo Higuain

Sblocca all’8 minuto il Pipita, dopo una serie di occasioni non concretizzate. Gol numero 200 in carriera da professionista. 64 di questi segnati con la maglia del Napoli

Higuain CallejonNAPOLI (4-3-3): Reina; Hysaj, Koulibaly, Albiol, Ghoulam; Allan, Jorginho, Hamsik; Callejon (dal 33′ s.t. El Kaddouri), Higuain (dal 37′ s.t. Gabbiadini), Insigne (dal 23′ s.t. Mertens) All. Sarri.

UDINESE (3-5-1-1): Karnezis; Wague, Danilo, Felipe (dal 7′ s.t. Piris); Widmer, Badu, Lodi, Iturra (dal 25′ s.t. Ali Adnan), Edenilson; Bruno Fernandes (dal 12′ s.t. Aguirre); Thereau. All.: Colantuono.

MARCATORI: 8′ st Higuain

ARBITRO: Celi di Campobasso

Napoli, 8 novembre – Al San Paolo tra Napoli e Udinese, al termine di una gara bella ma sofferta, la spuntano i padroni di casa. Menomale che c’è Higuain dirà mister Sarri. Del Pipita il gol che porta in dote i 3 punti necessari per continuare la corsa al primo posto, attualmente occupato dall’Inter grazie alla vittoria sul Torino.

Nonostante la vittoria di misura è stato il Napoli ad esprimere il miglior gioco. Infatti, solo la bravura del portiere Karzenis ha evitato alla squadra di Colantuono un passivo più pesante. I friulani hanno marcato ad uomo dall’inizio al 90′ e fatto di tutto per conquistare almeno un punto. Senza riuscirci grazie al gol di Higuain, che arriva a quota 200 gol in carriera da professionista, di cui 64 segnati con la maglia azzurra.

Primo quarto d’ora di gioco nel quale non accade nulla di significativo. Il primo brivido per i friulani è al 21′, quando Ghoulam crossa in area per Higuain, che si gira e va al tiro. Bella la preparazione, meno l’esecuzione e la palla termina di poco fuori. Prova a rispondere l’Udinese con Thereau, che al 23′ riceve palla sulla trequarti e riuscendo a eludere la marcatura di Albiol arriva alla conclusione: troppo debole e Reina para senza patemi. Alto il ritmo di gioco delle squadre in campo e partita piacevole. Entrambe se la giocano a viso aperto.

Il Napoli riesce a rendersi nuovamente pericoloso al 27′ con l’assist di Allan per Higuain, che viene bloccato dall’intervento perfettamente regolare – poiché sul pallone e non sull’uomo – dell’estremo difensore friulano. Al 33′ altra occasione per gli azzurri. Questa volta è Callejon ad avere una buona occasione per andare a rete. Non sfruttata dall’attaccante azzurro, che si fa ipnotizzare da Karnezis.

All’8 minuto della ripresa Higuain pende palla e supera in velocità due difensori friulani per poi concludere in porta con un sinistro che bacia il palo e poi termina in rete. È 1-0 per il Napoli. Incolpevole Karnezis nell’occasione. L’Udinese non si arrende e cerca di reagire subito. Gli uomini di Colantuono vanno vicino al gol al 20′, quando su calcio d’angolo calciato da Lodi svetta di testa Widmer e costringe Reina a smanacciare. Grandi riflessi del portiere azzurro ad evitare un gol che sembrava fatto. Finale di sofferenza per gli azzurri, che sembrano ormai fermi sulle gambe. Al triplice fischio i 35mila del San Paolo possono festeggiare. Il Napoli porta a casa una vittoria difficile e meritata.

Lascia un commento