Il Napoli è di scena a Verona. Mister Sarri: “Gara difficile per orario, tradizione e rivalità”

Fischio d’inizio ore 12.30 allo Stadio Bentegodi di Verona

Verona-NapoliNapoli, 21 novembre – Dopo la sosta per le nazionali, riparte il campionato di serie A. Nel corso della 13ª giornata il Napoli sarà di scena domenica – fischio d’inizio alle ore 12.30 –  allo Stadio Bentegodi di Verona, dove affronterà i gialloblù dell’Hellas. Gli uomini di Sarri ripartono dal successo casalingo contro l’Udinese e sono chiamati a continuare la striscia positiva di risultati. In caso di vittoria, non considerando l’Europa League, salirebbero a sette i successi nelle ultime otto gare.

Per un Napoli che fino ad oggi ha macinato molti punti c’è un Verona che non sorride. Disastroso il cammino degli uomini di Mandorlini, che con zero vittorie hanno collezionato pareggi e sonore sconfitte. Come quella contro il Bologna, che prima della sosta ha fatto letteralmente vacillare la panchina del tecnico scaligero. Riconfermato per il momento ma chiamato a dimostrare di poter invertire la rotta. Il Verona è ultimo e continuando di questo passo rischia seriamente la retrocessione. Il problema principale dei veneti risiede sicuramente nella difesa, una delle più deboli dell’intero campionato. Oltre che nell’attacco, decisamente poco prolifico con soli otto gol messi a segno.

Giocare a Verona è sempre difficile per via della forte rivalità che esiste tra le due formazioni. Ne è convinto anche Sarri, che proprio a tal riguardo ha dichiarato: “Ho detto ai ragazzi che al di là di ogni aspetto, c’è il fattore che per la nostra tifoseria questa partita è importante. E quando ci si cala nella dimensione della città, anche la squadra deve interpretare le sensazioni dei tifosi. Per questo dovremo dare il massimo non solo per cercare un risultato positivo ma per dare una soddisfazione ai nostri sostenitori”. Quanto alla difficile situazione di classifica degli avversari, Sarri ha detto: “Il Verona è una squadra che vale molto di più della classifica che ha adesso e sono certo si riprenderà nell’arco del campionato. Di fronte ci sarà un avversario che vorrà riscattarsi, che cercherà di risalire e sarà motivatissimo. Noi dovremo essere ancora più motivati di loro perché ci aspetta una sfida difficilissima”.

Per quanto riguarda il Verona molti i giocatori indisponibili, tanto che Mandorlini ha dichiarato sconsolato: “Ci aspettavamo di recuperare qualche giocatore in più grazie alla sosta”. Nel 4-3-3 spazio a Moras ed Helander al centro, Pisano a destra e Souprayen a sinistra. A centrocampo Greco, Halffredssn e Cecchin, giovanissimo regista classe ’97 . In attacco Siligardi e Gomez larghi in supporto a Pazzini.

Nel Napoli non ci saranno Mertens e Gabbiadini, entrambi infortunati. Assente anche Koulibaly per squalifica. Centrali di difesa saranno Chiriches e Albiol, con Hysaj a destra e Ghoulam a sinistra. A centrocampo Allan, Jorginho e Hamsik. In attacco tridente formato da Callejon, Higuain ed Insigne.

Le probabili formazioni:

VERONA (4-3-3): Rafael; Pisano, Moras, Helander, Souprayen; Cecchin, Greco, Hallfredsson; Siligardi, Pazzini, Gomez. All. Mandorlini

NAPOLI (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Chiriches, Ghoulam; Allan, Jorginho, Hamsik; Callejon, Higuain, Insigne. All. Sarri

ARBITRO: Damato di Barletta

Lascia un commento