Il Napoli primo in classifica. Al Bentegodi non c’è partita, gli azzurri stendono l’Hellas Verona per 2-0

Sblocca la gara Insigne. Poi Higuain firma il raddoppio. Azzurri momentaneamente primi, aspettando Fiorentina-Empoli e Inter-Frosinone

Verona_NapoliHELLAS VERONA (4-3-3): Rafael; Pisano, Moras, Bianchetti, Albertazzi (dal 47′ Helander); Greco, Checchin (dal 68′ Wszolek), Hallfredsson;  Jankovic (dal 73′ Toni), Pazzini, Juanito Gómez. All. Mandorlini

NAPOLI (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Chiriches, Ghoulam; Allan, Jorginho,  Hamsik (dal 78′ David López); Callejón (dal 66′ El Kaddouri), Higuaín, Insigne (dal 88′ Maggio). All. Sarri

MARCATORI: Insigne (N) al 67′, Higuain (N) al 73′

ARBITRO: Antonio Damato di Barletta

Verona, 22 novembre – Dopo un tempo e mezzo letteralmente soporifero, il Napoli decide che è venuto il momento di superare un altro esame di maturità e nel giro di pochi minuti mette a segno due gol, firmati rispettivamente da Insigne e Higuain. Allo Stadio Bentegodi finisce 2-0, al termine di una gara in cui non c’è stata mai partita. Abissale la differenze tecnica tra le due formazioni e così, senza troppi patemi, gli azzurri conquistano i tre punti e salgono momentaneamente – in attesa di conoscere i risultati di Fiorentina-Empoli e Inter-Frosinone – in testa alla classifica.

La prima giocata pericolosa del Napoli avviene al 18′, quando Hamsik riceve palla e di testa la mette a centro area per Higuain, che non ci pensa due volte a tirare. Palla di poco fuori e brivido per Rafael. Al 23′ Hamsik e nuovamente protagonista con un tiro dalla lunga distanza. Buona l’intenzione dello slovacco, che però non è abbastanza preciso. Il Verona non riesce a uscire dalla propria metà campo e il pallino del gioco è costantemente in mano ai partenopei. Ma Sarri non è soddisfatto e chiede ai suoi di velocizzare il gioco e cercare maggiormente le fasce.

A inizio secondo tempo è ancora il Napoli a fare la partita ma non riesce a sfondare il muro difensivo posto dagli scaligeri, che si difendono con tanti uomini dietro la linea della palla. Il fraseggio attuato dai partenopei, in assenza di altre idee, appare quantomai improduttivo. Poi al 67′ Hamsik inventa un grande assist per Insigne, che ormai solo davanti al portiere la piazza nell’angolino portando in vantaggio i suoi. Il raddoppio del Napoli arriva pochi minuti dopo, al termine di un azione avvolgente. Protagonista è nuovamente Insigne con un assist di prima intenzione per Higuain, che da due passi non sbaglia.

Ora il Napoli può controllare il risultato e gioca in assoluta tranquillità. Il Verona è invece sfiduciato e tende a scoprirsi. I partenopei cercano di approfittarne e al 40′ trovano un’altra grande occasione. Ghoulam in proiezione offensiva mette palla al centro per il Pipita, che val tiro: palla di poco fuori. Il resto della gara è poco più che un allenamento. Il Verona rinuncia ad attaccare e il Napoli controlla senza affanni fino al 93′, quando con un triplice fischio l’arbitro Damato manda tutti a prendere un thè caldo.

Lascia un commento