Questa sera al San Paolo, aggancio alla testa del campionato. Il Napoli ci prova contro l’Inter

Squadre in campo al San Paolo a partire dalle 21.00, per il posticipo che chiude la 14esima giornata di Serie A. Sugli spalti si va verso il tutto esaurito. Il tecnico del Napoli, Maurizio Sarri: “Gara importante ma non fondamentale”. E Mancini dice: “Faremo di tutto per vincere”

Higuain CallejonNapoli, 30 novembre – Non è una partita scudetto ma tutti ne parlano e ne parleranno come se lo fosse. Sale la voglia di Napoli-Inter e i tifosi partenopei, come quelli nerazzurri, hanno tutta l’intenzione di godersi quello che, ci auguriamo, sarà un grande spettacolo. Per questo, quando questa sera alle 21.00 le due formazioni scenderanno in campo, i settori dello Stadio San Paolo saranno affollati da almeno 50mila tifosi. Un pienone che dovrebbe portare a stabilire il record stagionale.

L’ultima volta tra le due formazioni è finita 2-2. Dopo i gol di Hamsik e Higuain, risposero Palacio e Icardi. A questo appuntamento il Napoli arriva con all’attivo una marcia straordinaria di 13 vittorie tra campionato ed Europa League. Infatti, dopo aver rimediato solo 2 punti in tre partite ad inizio campionato, i partenopei non si sono più fermati. Il segreto del successo è tutto nel passaggio al 4-3-3, anche se il tecnico Maurizio Sarri non lo ha mai completamente ammesso, limitandosi a spiegare quelli che secondo lui sono i pro e i contro rispetto al modulo 4-3-1-2. È così che il Napoli è riuscito a dimostrare tutto il proprio valore e ha messo a segno ben 17 risultati utili consecutivi. Quella tra Napoli e Inter sarà la sfida tra il terzo miglior attacco e la miglior difesa del campionato. Non resta che aspettare. Solo al termine dei 90 minuti sapremo chi avrà avuto la meglio.

In conferenza stampa, Sarri ha cercato di buttare acqua sul fuoco e di allentare la tensione. “È una gara importante ma non fondamentale”, ha detto il tecnico. “Non so – ha aggiunto – che atteggiamento avranno, ma non credo si chiuderanno”. Rispetto all’atteggiamento tattico, Sarri ha affermato: “L’Inter è una squadra molto efficace e difficile da contrastare. Squadra molto dura e che sarà protagonista fino alla fine”.

Anche Mancini ha cercato di non caricare troppo l’ambiente nerazzurro. Il tecnico ha spiegato che “sarà una partita importante ma non decisiva”. Bocche cucite sulla formazione. “Non svelo niente – ha detto Mancini –, voglio tutti pronti. Non so se Icardi giocherà, stavolta non posso annunciare nemmeno 4 titolari certi. Voglio tenere tutti sulla corda”.

Nel Napoli idee chiare: Sarri confermerà la formazione titolare. Centrali Albiol e Koulibaly con Hysaj a destra e Ghoulam a sinistra. A centrocampo Allan, Jorginho e Hamsik. Tridente d’attacco formato da Callejon, Higuain e Insigne.

Nell’Inter, Mancini sembra intenzionato a cambiare modulo e uomini, come spesso ha fatto nel corso della stagione. Assente Kondogbia per un problema muscolare. In difesa ci saranno Miranda e Murillo con D’Ambrosio a destra e Telles a sinistra. Centrocampo formato da Guarin, Medel e Melo. In attacco Perisic, Icardi e Jovetic.

Le probabili formazioni:

NAPOLI (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Allan, Jorginho, Hamsik; Callejon, Higuain, Insigne. All. Sarri

INTER (4-3-3): Handanovic; D’Ambrosio, Miranda, Murillo, Telles; Guarin, Medel, Felipe Melo; Perisic, Icardi, Jovetic. All. Mancini

ARBITRO: Orsato di Schio

Lascia un commento

2 × tre =

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.