A Roma l’ultimo saluto a Luca De Filippo

Tanti gli amici al Teatro Argentina per l’ultimo saluto al grande erede della tradizione teatrale partenopea. In sala anche l’ex Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ed il presidente del Senato, Pietro Grasso

feretro de filippoRoma, 30 novembre – C’erano tutti al Teatro Argentino di Roma per l’ultimo saluto a Luca De Filippo, un grande della tradizione teatrale partenopea, erede di papà Eduardo, scomparso venerdì scorso a 67 anni. Teatro esaurito in tutti gli ordini di posto, dalla platea ai palchi.

Tanti gli amici venuti a rivolgere l’ultimo saluto: Vincenzo Salemme, Enzo De Caro, Sergio Assisi, Lina e Massimo Wertmuller, Maurizio Casagrande, Roberto Herlitzka, Marisa Laurito, Carlo Giuffrè, Sergio Rubini, Lina Sastri, il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, Aurelio De Laurentiis e il direttore del Teatro Stabile di Napoli, Luca De Fusco. Presenti anche l’ex Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ed il presidente del Senato, Pietro Grasso.

Alle 16,30 si è svolta la cerimonia laica con Nicola Piovani al pianoforte e, tra gli altri, le parole di Massimo Ammaniti, Raffaele La Capria, Antonio Sinagra e Lina Wertmuller. Un lunghissimo applauso ha salutato il feretro dell’artista partenopeo. Una maschera di Pulcinella sulla bara ai piedi del palco, e due rose rosse. L’erede di papà Edoardo se è accomiatato così dal suo pubblico. Presenti in platea i familiari con la moglie Carolina Rosi e i tre figli, Matteo, Tommaso e Luisa.

Lascia un commento