Il Napoli vola in testa alla classifica. Battuta l’Inter per 2-1, ma che sofferenza per Higuain e compagni

Per il Napoli doppietta del Pipita. Nell’Inter, in 10 uomini dal 43′, accende le speranze la rete di Ljajic al 67′

Gonzalo HiguainNAPOLI (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Allan, Jorginho, Hamsik (80′ Lopez); Callejon (87′ Maggio), Higuain, Insigne (70′ El Kaddouri). All. Maurizio Sarri.

INTER (4-3-3): Handanovic; D’Ambrosio, Miranda, Murillo, Nagatomo; Guarin (62′ Biabiany), Medel, Brozovic; Perisic (83′ Jovetic), Icardi (46′ Telles), Ljajic. All. Roberto Mancini.

MARCATORI: 1′, 62′ Higuain (N), 67′ Ljajic (I)

ARBITRO: Daniele Orsato di Schio.

Napoli, 30 novembre – Il Napoli batte l’Inter 2-1 e si porta al primo posto in classifica grazie alla doppietta firmata del Pipita Higuain. Nell’Inter accorcia le distanze Ljajic. Per i partenopei si tratta del 18esimo risultato utile consecutivo e della 14esima vittoria tra campionato ed Europa League. Un ruolino di marcia, che conferma il Napoli come una delle maggiori pretendenti allo scudetto. Altra pretendente è sicuramente l’Inter. La squadra di Mancini, pur essendo rimasta in 10 uomini dal 43′ del primo tempo, non ha mai mollato e sul finale di gara è andata ben due volte vicino al pareggio. Potrebbe profilarsi una lotta a due ma è presto per dirlo. Attenzione ai sogni rimonta della Juventus e a dare per spacciata la Roma. Per non parlare della Fiorentina, fermata in trasferta da un ottimo Sassuolo. Ma Napoli e Inter ci sono e stasera hanno dimostrato tutta la loro forza.

Neanche il tempo di iniziare la partita che il Napoli passa subito in vantaggio. Accade al 1′ minuto, quando Callejon porta palla sulla trequarti nerazzurra e serve Higuain, che si gira in un fazzoletto e fa partire una saetta imparabile per Handanovic. L’Inter non si scompone e fa buon pressing sugli azzurri, che nel frattempo cercano di controllare la partita. Gli uomini di Sarri invece pasticciano un po’, specie in difesa. La coppia di centrali sembra infastidita dall’atteggiamento tattico dei nerazzurri, che pressano alto.

Al 29′ bell’azione insistita dell’Inter, che poi arriva al tiro dalla lunga distanza con Guarin. Il colombiano però non è preciso e la palla finisce fuori lo specchio della porta difesa da Reina. La frittata la fa Nagatomo, quando commette un brutto fallo su Hysaj e becca il rosso per somma di ammonizioni. Mancini non è d’accordo ma Orsato è convinto della sua decisione.

Nel secondo tempo non cambia l’inerzia della gara. Il secondo gol del Napoli arriva al 62′, quando Albiol passa palla ad Higuain, che come un fulmine corre verso la porta di Handanovic e fa partire un destro micidiale. Portiere nerazzurro nuovamente battuto e doppietta per il Pipita.

L’Inter però non si arrende e accorcia le distanze al 67′ con Ljajic, che non viene contrastato efficacemente dai difensori del Napoli e ha tutto il tempo di piazzarla dove Reina non può arrivare. Anche in considerazione della forza del tiro. Al 43′ Higuain va a caccia del terzo gol ma stavolta Handanovic dice di no. Sul finale di gara l’Inter becca due pali – il primo con Jovetic, l’altro con Miranda – e per ora dice addio al primo posto in classifica. I 50mila del San Paolo, invece, urlano di gioia.

Lascia un commento