Regione Campania, approvata la quarta variazione di bilancio: 4,5 mln ad Equitalia

Il Consiglio regionale, con 27 voti favorevoli, ha approvato il disegno di legge a iniziativa dell’assessore regionale al Bilancio Lidia D’Alessio. Il testo licenzia il pagamento di un debito a Equitalia Sud di 4,5 milioni di euro

Consiglio regionale CampaniaNapoli, 1 dicembre – Nella giornata di lunedì è stata approvata dal Consiglio regionale della Campania la quarta variazione di bilancio. Il testo a iniziativa dell’assessore regionale Lidia D’Alessio, che è passato con 27 voti favorevoli, permette l’utilizzo di economie di spesa della Missione 1 Programma 10 Titolo 1, per provvedere al pagamento a favore di Equitalia Sud di un debito di circa 4 milioni di euro.

Con la legge viene autorizzata l’iscrizione di oltre 300 milioni di euro nello stato di previsione di competenza e cassa del Titolo 3 (Entrate extra-tributarie) Tipologia 500 dell’entrata del bilancio di previsione 2015. Con l’art.2 si autorizza l’iscrizione di tale importo nello stato di previsione di competenza e di cassa della Missione 20 (Fondi e accantonamenti) e Programma 3 (Altri fondi) Titolo 1 della spesa del bilancio di previsione 2015.

Per quanto riguarda lo scioglimento dell’Arsan – Agenzia Regionale Sanitaria della Campania –, la Commissione Sanità non è riuscita a licenziare il testo. Importanti sviluppi ci dovrebbero essere in queste ore e il testo dovrebbe arrivare in Consiglio mercoledì 9 dicembre, come deciso dalla conferenza dei capigruppo.

La stessa capigruppo ha rinviato, sempre a mercoledì 9, le comunicazioni del presidente della Giunta regionale, Vincenzo De Luca, in merito alle dimissioni di Nello Mastursi – ex capo segreteria – e al suo coinvolgimento nell’inchiesta portata avanti dalla Procura di Roma (vai all’articolo). Forti le proteste delle opposizioni, in particolare di Forza Italia e Movimento 5 Stelle. La capogruppo 5 Stelle, Valeria Ciarambino, ha dichiarato: “Quando De Luca finalmente come un’entità celestiale apparirà in Consiglio lo incalzeremo perchè i cittadini campani hanno il diritto di conoscere la verità e non avere la sensazione di trovarsi un rappresentate istituzionale abusivo”. Dalla maggioranza di centrosinistra ribattono affermando che De Luca non ha alcuna intenzione di sottrarsi, ne si sottrarrà, alle domande dei consiglieri regionali.

Lascia un commento