Morto in carcere il boss Luigi Vollaro, “il califfo” era in regime di 41-bis

Fondatore negli anni ’70 dell’omonimo clan specializzato in estorsioni

vollaro-luigiPortici, 3 dicembre – E’ morto la scorsa notte a Milano, nel carcere di Opera, Luigi Vollaro, 83 anni, fondatore negli anni Settanta dell’omonimo clan di camorra attivo a Portici, nel Napoletano, in particolare nel settore delle estorsioni.

Vollaro, detto “il califfo” per il gran numero di figli avuti da svariate relazioni, detenuto da anni in regime 41 bis, aveva vissuto la guerra di camorra che per anni ha contrapposto la “Nuova camorra organizzata” di Raffaele Cutolo alla “Nuova Famiglia”.

Lascia un commento