Napoli-Roma. Sarri: “Loro sono favoriti. Ho chiesto ai ragazzi di giocare con anima e cuore”

Squadre in campo a partire dalle ore 18.00. Al San Paolo c’è il pubblico delle grande occasioni. Attesi oltre 50mila spettatori

Napoli-RomaNapoli, 13 dicembre – Dopo il ko di Bologna, passo falso che è costato al Napoli il primo posto in classifica, gli azzurri sono chiamati a far risultato per non perdere terreno rispetto all’Inter, ora a 36 punti grazie alla vittoria sul campo dell’Udinese. Al San Paolo arriva la Roma ed è chiaramente, viste le posizioni in classifica, una sfida scudetto. Se entrambe le formazioni sono composte da giocatori in grado di fare la differenza, va detto che Napoli-Roma è la sfida tra due modi di interpretare il calcio diametralmente opposto. Mentre il Napoli è una squadra che arriva alle vittorie costruendo il proprio gioco sul collettivo, la Roma di Garcia punta costantemente al contropiede, sfruttando la velocità dei suoi esterni. E diametrali sono anche i momenti che entrambe stanno vivendo. Agli azzurri in settimana è tornato l’entusiasmo, grazie al 5-2 rifilato al Legia Varsavia e all’aver chiuso il girone a punteggio pieno. I giallorossi invece, nonostante il passaggio del turno in Champions, sono stati costretti a subire i fischi dei propri tifosi, che non sono contenti delle prestazioni della squadra e sono sempre più ostili verso Rudi Garcia.

Non per questo Maurizio Sarri si sente favorito, anzi. “I favoriti sono loro”, ha dichiarato il tecnico partenopeo. “Hanno una rosa costruita per lottare per il titolo. Noi dovremo giocare con il cuore ed interpretare il sentimento dei tifosi. Non penso – ha aggiunto – che la squadra si senta favorita domani, sarebbe come sconfessare tante realtà. Gli investimenti della Roma negli ultimi anni sono stati enormi, quindi i favoriti sono loro”. Sulla sfida Higuain-Dzeko, il tecnico ha detto: “Domani in campo ci saranno tanti giocatori di qualità. Certamente Higuain e Dzeko sono due campioni e possono decidere sempre una gara. Però onestamente credo sia una sfida tra due squadre, non due giocatori”.

“Non andremo al mattatoio come vittime sacrificali” è il commento di Garcia. “Sembra sia così da quello che leggo e sento, noi dunque non possiamo far altro che dare il nostro meglio per smentire i pronostici”, ha detto il tecnico della Roma. “Giocheremo – ha aggiunto – contro una squadra piena di qualità ma anche noi ne abbiamo da far valere”.

Nel Napoli Sarri dovrà fare a meno di Gabbiadini, ancora fuori per infortunio e per questo non convocato. In campo andrà l’undici di base, che è stato tenuto a riposo nella gara contro il Legia. Davanti a Reina, la coppia di centrali sarà formata da Albiol e Koulibaly con Ghoulam a sinistra e Hysaj a destra. A centrocampo Allan, Jorginho ed Hamsik. In attacco tridente composto da Callejon, Higuain ed Insigne. Partirà probabilmente dalla panchina Mertens, autore di un’ottima prova in Europa League.

Garcia dovrà fare a meno di Torosidis, Totti e Strootman. Recuperati Gervinho e Salah. In difesa Rudiger e Manolas con Florenzi a destra e Digne a sinistra. A centrocampo Pjanic, De Rossi e Nainggolan. In attacco tridente composto da Iago Falque, Dzeko e Salah.

Le probabili formazioni:

NAPOLI (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Allan, Jorginho, Hamsik; Callejon, Higuain, Insigne. All. Sarri

ROMA (4-3-3): Szczesny; Florenzi, Rudiger, Manolas, Digne; Pjanic, De Rossi, Nainggolan; Iago Falque, Dzeko, Salah. All. Garcia

ARBITRO: Rizzoli di Bologna

Lascia un commento

17 + 16 =