Il Napoli al San Paolo non va oltre un pareggio: finisce 0-0 il derby del Sud

Nel Napoli, nonostante le tante occasioni create, né il Pipita Higuain né Insigne e né Hamsik riescono a far gol. La Roma, che per 90′ non si vede mai dalle parti di Reina, recrimina un gol annullato a 9′ dalla fine. Ma la palla sul cross di Rudiger è uscita e il segnalinee lo aveva già segnalato alzando la bandierina

Napoli-Roma AllanNAPOLI (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Allan, Jorginho, Hamsik; Callejon (22’st Mertens), Higuain, Insigne (43′ s.t. El Kaddouri). All. Sarri.

ROMA (4-3-3): Szczesny; Florenzi (43′ s.t. Vainqueuer), Manolas, Rüdiger, Digne; Pjanic, De Rossi, Nainggolan; Salah (31′ s.t. Iturbe), Dzeko, Iago Falqué (37′ s.t. Gyomber). All. Garcia.

ARBITRO: Rizzoli di Bologna

Napoli, 13 dicembre – Al San Paolo tra Napoli e Roma finisce in parità. Un risultato che non sta bene a nessuna delle due formazioni ma sorride solo all’Inter, ora a più 4 sulla squadra di Sarri e a più sette su quella di Garcia. Scontenta soprattutto il Napoli, che questa partita l’ha dominata, pur non riuscendo a trovare il gol. Tante le occasioni della banda Sarri ma né il Pipita Higuain né Insigne e né Hamsik sono riusciti ad infilare l’estremo difensore giallorosso Szczesny, autore di un’ottima prova. E viene il sospetto che, in alcuni momenti della partita, il Napoli abbia avuto persino paura di vincerla.

Il primo quarto d’ora di gioco è caratterizzato da continui capovolgimenti di fronte, durante i quali nessuna delle due squadre sembra avere la forza di prevalere. Man mano che passano i minuti il Napoli riesce ad imporsi ed è costantemente nell’area della Roma. Ma non riesce a far male, a causa dei tanti errori nei passaggi.

Al 25′ gli azzurri sono pericolosi con Insigne, che riesce ad arrivare sotto porta ma è troppo decentrato e la sua conclusione termina ampiamente sopra la traversa. I ragazzi di Sarri creano tanto quanto sprecano e sono troppo frenetici. Spesso forzano la giocata perchè la Roma pressa alto e non dà il tempo di pensare, costringendoli all’errore.

Al 49′ bel cross di Ghoulam a tagliare tutta l’area di rigore della Roma. Higuain non arriva per un soffio e l’azione si conclude con un nulla di fatto. Al 53′ altro cross di Ghoulam per Callejon che colpisce di testa. Il pallone termina sopra la traversa. Ma la prima grande palla gol del Napoli arriva al 60′ quando Higuain innesca Hamsik, che avanza palla al piede e va alla conclusione: palla fuori di un niente.

All’81’ gol annullato alla Roma. Sugli sviluppi di un calcio di punizione, De Rossi svetta tutto solo in area di rigore e infila Reina. L’arbitro, su segnalazione del guardialinee che ha alzato la bandierina, annulla perché al momento del cross di Rudiger il pallone è uscito. All’86’ Szczesny salva due volte su Hamsik. Sul finale Napoli ancora vicino al vantaggio. Questa volta grazie ad una conclusione di Mertens non trattenuta da Szczesny. Sulla ribattuta arriva El Kaddouri, che clamorosamente fallisce il tap-in. Poi non c’è più tempo e l’arbitro manda tutti negli spogliatoi.

Lascia un commento