Dispersione scolastica: Poste Italiane ed Accademia Aeronautica Militare con Mentoring per i giovani a rischio di Napoli

Al via i programmi per prevenire e combattere la dispersione scolastica

banchi scuolaMentoring Usa-Italia sempre più attiva a Napoli. L’Onlus fondata da Matilda Raffa Cuomo, former first lady dello Stato di New York, presieduta da Sergio Cuomo, nei giorni 14 e 15 dicembre aprirà due nuovi programmi per prevenire e combattere la dispersione scolastica basati su metodo one-to-one, ideato nel 1986 da Matilda Cuomo, che consiste nel creare una relazione diretta tra un ragazzo (Mentee) ed un volontario (Mentore), instaurando un rapporto di reciproca fiducia teso a far emergere le potenzialità inespresse.

Oggi alle ore 11, presso il 55° Circolo didattico “Maurizio Vito Piscicelli”, prenderà il via il programma Mentoring sostenuto dalla Fondazione “Poste Insieme” Onlus nata dalla volontà di “Poste Italiane” per promuovere in maniera strutturata politiche di inclusione e solidarietà sociale. “Con il sostegno accordato al programma Mentoring – ha dichiarato la Presidente di Poste Italiane e di Poste Insieme Onlus Luisa Todini – la Fondazione istituita da Poste Italiane vuole ribadire la centralità del sistema educativo e scolastico quale strumento di inclusione e di sviluppo del Paese. Il progetto Poste-Mentoring aiuterà 165 ragazzi in quattro regioni del Sud Italia e per 11 istituti.

Martedì 15 dicembre alle ore 14.30 presso la Sala Consiliare del Comune di Pozzuoli nel Rione Terra si terrà la cerimonia presentazione del programma Mentoring che sarà realizzato presso il I circolo didattico “Guglielmo Marconi” di Pozzuoli con il supporto attivo dell’Accademia Aeronautica Militare e del Rotary Club Pozzuoli. In questo caso l’attività di mentorato sarà effettuata dagli allievi dell’Accademia.

Il programma Mentoring, dal 1998 ad oggi, ha reinserito circa 10.000 ragazzi a rischio dispersione scolastica, affermandosi quale efficace intervento educativo diretto a migliorare la qualità del tempo che il ragazzo trascorre a Scuola; ciò, attraverso l’opera di un volontario Mentore, adeguatamente formato, non coinvolto nelle dinamiche scolastiche e familiari dello studente. Tra gli obiettivi dell’attività di mentorato si evidenziano: miglioramento dell’autostima, maggiore propositività e assertività a Scuola, più fiducia nel proprio futuro, sviluppo delle potenzialità, miglioramento del rendimento scolastico e della capacità di orientarsi nel mondo del lavoro.

Lascia un commento

tre × 2 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.