Energie alternative, Pernice: “da Napoli un passo nella giusta direzione per lo sviluppo della mobilità ad idrogeno entro il 2016”

Sarà presentata a Napoli la prima bozza del Piano Nazionale di Sviluppo delle infrastrutture per il rifornimento di idrogeno nei trasporti che rappresenterà la linea guida con la quale l’Italia aderirà al piano Europeo per lo sviluppo dell’idrogeno che prevede un investimento pari a circa 143 miliardi di euro da assegnare ai Paesi Membri

stati generali idrogenoNapoli, 15 dicembre – “C’è un interesse del Governo e del Parlamento italiano in merito alla mobilità sostenibile ed in particolare per le energie verdi alternative e per le efficienze energetiche”. L’ha dichiarato a Napoli Maurizio Pernice, direttore generale per la tutela del territorio e delle risorse idriche Ministero dell’Ambiente, in occasione della giornata inaugurale della  6a edizione della “European Fuel Cell Technology & Applications Piero Lunghi Conference – EFC’15”.

“Intanto a breve dovrebbe essere approvato uno stanziamento di 35 milioni di euro per la mobilità sostenibile destinato a tutta una serie di misure, come le ciclabili e la cell mobile, che insieme devono dare una risposta di servizio all’utente indirizzandolo verso la diversa modalità di mobilità – ha poi proseguito il direttore del Dicastero dell’Ambiente -. Mentre possiamo dire che questo appuntamento di Napoli indica certamente un passo nella giusta direzione per raggiungere gli obiettivi necessari per lo sviluppo della mobilità ad idrogeno entro la scadenza del 18 novembre 2016 per la presentazione del Piano Nazionale di recepimento della direttiva UE”.

Alla quattro giornate degli Stati Generali dell’idrogeno, la società consortile ATENA Scarl – distretto Alta Tecnologia Energia Ambiente, società consortile di imprese private leader in Campania dello sviluppo sostenibile, Università ed enti di ricerca – che ha organizzato l’evento promosso da ENEA e dalle Università di Perugia e “Parthenope” di Napoli, si pone come riferimento di qualità per il governo regionale: “Il consorzio Atena – afferma l’amministratore delegato Marco Monsurrò – si candida ad interfacciarsi per i temi legati allo sviluppo energetico e di mobilità sostenibile con il Governo locale che, in riferimento ai quattro miliardi di fondi europei 2014 – 2020, ha deciso di investire in parte anche sullo sviluppo delle filiere locali di energie alternative e rinnovabili”.

Intanto in questi giorni sarà presentata a Napoli la prima bozza del Piano Nazionale di Sviluppo delle infrastrutture per il rifornimento di idrogeno nei trasporti che rappresenterà la linea guida con la quale l’Italia aderirà al piano Europeo per lo sviluppo dell’idrogeno che prevede un investimento pari a circa 143 miliardi di euro da assegnare ai Paesi Membri. Venerdì a Napoli la conclusione dei lavori, mentre sul lungomare di via Caracciolo – altezza Castel dell’Ovo – sarà allestito un villaggio aperto al pubblico con auto, bici e bighe ad idrogeno per test drive.

Lascia un commento