Education Design, il Giappone incontra Napoli

L’Accademia di Belle Arti di Napoli ospita venerdì 18 dicembre la lecture Education Design – A comparative approach, del professor Haruhiko Fujita, docente di Estetica della Facoltà di Lettere dell’Università di Osaka e Presidente della Japan Society of Design

accademia_artiL’incontro, a cura di Raffaele Milani, professore di Estetica presso il Dipartimento di Scienze dell’Educazione, Scuola di Psicologia e Formazione, Direttore del “Laboratorio di ricerca sulle città” nell’ Università degli Studi di Bologna, sarà introdotto da Enrica D’Aguanno, coordinatore del corso di Graphic Design e da Dario Giugliano, docente di Estetica, entrambi dell’Accademia di Belle Arti di Napoli.

L’appuntamento è la prima tappa di una serie di incontri che Fujita condurrà, partendo dai suoi studi legati al progetto di ricerca quinquennale “International Comparative Study of the History of Art and Design Education”, nell’ambito del quale sono state esaminate le principali istituzioni formative mondiali dall’Europa all’Asia tra il 16° ed il 21° secolo.

La ricerca si pone l’obiettivo di ampliare lo studio pubblicato nel 1940 da Nikolaus Pevsner (in Italia Le Accademie d’Arte, 1982), al cui interno, nonostante l’importanza della tematica e la traduzione del testo in numerose lingue, erano state prese in considerazione solo le accademie europee fino agli anni ’30.

La scelta di partire da Napoli vuole essere un modo per rendere omaggio ai tre artisti italiani partiti per il Giappone nel lontano 1876, per insegnare nella prima scuola d’arte dell’Asia orientale. I primi due studenti di questa scuola sono poi diventati rispettivamente docente e direttore di due scuole governative di design giapponesi e possono dirsi precursori dell’insegnamento del Design nell’Asia orientale, dove tali discipline artistiche sono insegnate in più di mille università e istituti d’istruzione superiore.

Lascia un commento