Villaricca: sequestra e violenta una 17enne per 4 giorni

La violenza è cominciata il 21 dicembre, liberata la vigilia di Natale dai carabinieri. L’aguzzino un 42enne di origini albanesi

villariccaSono stati quattro giorni d’inferno quelli vissuti a Villaricca da una ragazza albanese di 17 anni. Rapita il 21 dicembre mentre passeggiava per le strade del paese a nord di Napoli, dove si trovava da poche settimane ospite di parenti, la ragazzina è stata sequestrata e violentata per 4 giorni per costringerla a prostituirsi.

La famiglia ha denunciato l’accaduto solo alla vigilia di Natale, pensando ad una bravata della ragazza. Poche ore dopo la famiglia viene contattata da alcuni amici che rassicurano sullo stato di salute della giovane, che da quanto da loro riportato, chiedeva il passaporto. I carabinieri hanno così organizzato l’incontro ed all’appuntamento hanno fermato una donna che ha confessato l’accaduto ed ammesso di essere stata costretta a fare da intermediaria.

La 17enne è stata così ritrovata e liberata dai militari in un casolare a Castel Volturno, dove si trovava segregata e senza cibo. Il Natale lo ha poi trascorso a pranzo con i carabinieri, mentre per il sequestratore, un albanese di 42 anni, sono scattate le manette con l’accusa di violenza sessuale aggravata, sequestro di persona e induzione alla prostituzione minorile.

Lascia un commento

due × 3 =