Nel Napoli a segno Insigne ed Hamsik. Il Torino accorcia le distanze al 32′ del primo tempo grazie ad un rigore molto dubbio concesso dall’arbitro Di Bello, che al 77′ decide di rendersi definitivamente protagonista espellendo Sarri e Ventura

Hamsik InsigneNAPOLI (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; D. Lopez (29′ st Allan), Valdifiori, Hamsik; Callejon, Higuain, Insigne (23′ st Mertens). All. Sarri

TORINO (3-5-2): Padelli; Bovo, Glik, Moretti; Peres (30′ st Zappacosta), Acquah, Vives, Baselli, Molinaro; Quagliarella, Belotti (21′ st Maxi Lopez). All.Ventura

MARCATORI: 17′ Insigne (N), 32′ Quagliarella (T), 42′ Hamsik (N)

ARBITRO: Di Bello

Napoli, 6 gennaio – Il Napoli aveva terminato il 2015 con una vittoria e nello stesso modo ha iniziato il 2016. Al San Paolo contro il Torino finisce 2-1 per gli azzurri. Quella di stasera è stata una gara molto combattuta e faticosa per i padroni di casa. I granata si sono infatti rivelati una bella spina nel fianco e sono andati vicino al pareggio in più di un’occasione. A complicare le cose anche le decisioni della terna arbitrale. Il direttore di gara Marco Di Bello, oltre a concedere un rigore piuttosto dubbio al 32′ del primo tempo, si è reso definitivamente protagonista al 77′, espellendo entrambi gli allenatori. Con questa vittoria il Napoli si porta a più 5 punti dalla Roma e continua a “tallonare” l’Inter.

La partita inizia su ritmi molto alti. Il Torino prova a fare possesso palla e cerca di non scoprirsi. Al 10′ Callejon prova a rendersi pericoloso con un tiro dalla lunga distanza centrale ma potente, respinto in calcio d’angolo da Padelli. Pochi istanti più tardi è Hamsik a tentare di sbloccare il risultato. Conclusione leggermente alta per lo slovacco ma apprezzabile il tentativo. È Insigne a riuscire dove i compagni hanno fallito. Al 16′ il trequartista fa partire un pallonetto che trafigge Padelli con una parabola imprendibile.

Il Torino non si dà per vinto e tenta di spaventare il Napoli con la conclusione di Baselli al 23′. Il tiro del centrocampista granata è troppo centrale e non riesce a impensierire Reina. Al 25′ il Torino dimostra di essere in partita con un gran colpo di testa di Molinaro. Reina fa sfoggio dei suoi riflessi e salva il risultato. Il pari dei granata arriva al 32′, quando il direttore di gara, su segnalazione del giudice di linea Nasca, concede a questi ultimi un rigore molto dubbio. L’intervento di Ghoulam su Peres viene infatti giudicato falloso. Sul dischetto va Quagliarella, che non sbaglia.

La ripresa viene giocata su ritmi molto più lenti del primo tempo. Il Napoli punta soprattutto al controllo del risultato. Al 58′ Glik trattiene Higuain quasi a limite dell’area di rigore. Ammonizione per il polacco e punizione per gli azzurri. Sul pallone va Insigne, che calcia molto bene ma non è fortunato e trova la traversa. Al 77′ l’arbitro espelle sia Sarri che Ventura. Incerti i motivi della decisione, pare che i due si fossero insultati pesantemente e quindi la decisione dell’arbitro potrebbe essere stata presa su segnalazione del quarto uomo.

Nei pochi minuti che mancano alla fine della gara, il Torino rimane in partita ma non riesce più a rendersi pericoloso. Il Napoli ha invece al 42′ una nuova occasione gol grazie al neoentrato Mertens. La sua conclusione termina fuori di un niente. È l’ultima emozione della partita. Il triplice fischio dell’arbitro provoca un urlo liberatorio.

>> Seguici su Facebook, vai alla nostra Pagina Fan e clicca Mi Piace <<

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *