Nel Napoli a segno Albiol, Higuain (doppietta), Hamsik e Gabbiadini. Il gol della bandiera dei ciociari porta la firma di Sammarco

Napoli campione d'invernoFROSINONE (4-3-3): Zappino; M. Ciofani, Diakitè, Blanchard, Crivello; Kragl (dal 17′ s.t. Chibsah), Gucher, Sammarco; Paganini (dal 12′ s.t. Tonev), D. Ciofani, Dionisi (dal 22′ s.t. Soddimo).All. Stellone.

NAPOLI (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Strinic; Allan, Jorginho, Hamsik (dal 33′ s.t. Chalobah); Callejon (dal 30′ s.t. El Kaddouri), Higuain (dal 21′ s.t. Gabbiadini), Mertens. All. Sarri.

MARCATORI: Albiol (N)al 20′, Higuain (N) su rigore al 30′ p.t.; Hamsik (N) al 14′, Higuain (N) al 15′, Gabbiadini (N) al 26′, Sammarco (F) al 36′ s.t.

ARBITRO: Tagliavento

Napoli, 10 gennaio – Il Napoli vince 5-1 a Frosinone e si laurea campione d’inverno, al termine di una gara dominata da Higuain e compagni. Allo stadio Matusa non c’è storia. Troppa la differenza tecnica tra le due squadre. I padroni di casa non sono mai riusciti ad impensierire gli ospiti e il gol della bandiera dei ciociari, arrivato sul finale di gara, è perlopiù frutto di una distrazione difensiva dei partenopei. Distrazione che ha arrabbiare giustamente mister Sarri, ma non può cambiare il giudizio sulla grande partita giocata dal Napoli.

Per quanto fatto vedere da settembre ad oggi, gli azzurri hanno più che meritato il titolo simbolico di campioni d’inverno. Non accadeva dall’89, anno in cui il Napoli vinse lo scudetto. Presto per dire come finirà. Ma il Napoli c’è e probabilmente se la giocherà fino alla fine.

La partita la sblocca Albiol con un’incornata di testa sul calcio d’angolo calciato da Jorginho. Il raddoppio arriva dieci minuti più tardi. Al 30′ Crivello atterra in area di rigore Higuain. L’arbitro Tagliavento non ha dubbi: è calcio di rigore. Sul dischetto va il Pipita, che non sbaglia e porta il Napoli sul 2-0. Gli azzurri giocano in scioltezza per tutto il primo tempo. Si nota chiaramente il predominio tecnico-tattico della formazione allenata da Maurizio Sarri.

Nel secondo tempo i partenopei dilagano. Al 13′ si iscrive al tabellino anche Marek Hamsik, che corre palla al piede e attraversando tutta la trequarti, fa partire un rasoterra che non lascia scampo a Zappino. Il poker lo firma Higuain. Il Pipita dopo aver superato quattro difensori avversari, elude anche la chiusura di Zappino e deposita in rete a porta vuota.

Dopo il 4-0 Sarri inizia a fare un po’ di turnover. Il primo ad entrare in campo è Gabbiadini, che si mette subito in mostra mettendo a segno un eurogol. Tiro da fermo, palla all’incrocio dei pali e 5-0. Nel finale la rete dei ciociari è frutto di una distrazione della difesa del Napoli. In particolare di Strinic, che non accorcia su Sammarco e permette a quest’ultimo di andare al tiro a due passi dalla porta difesa da Reina, che finora non era mai stato chiamato in causa.

>> Seguici su Facebook, vai alla nostra Pagina Fan e clicca Mi Piace <<

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *