Un italiano su 3 fa sport almeno una volta a settimana al mattino

sport parcoI nostri connazionali al mattino son molto attivi; poco più di un italiano su 3 (35%) fa sport almeno una volta a settimana al mattino e 2 su 10, cioè circa 11 milioni di persone, quasi tutti i giorni. La prima colazione la fanno 9 italiani su 10, ed il 63% preferisce farla prima di svolgere l’attività sportiva. È ciò che è emerso dai risultati della ricerca “Italiani e sport al mattino. Che ruolo per la colazione?”, realizzata dall’Osservatorio Doxa-Aidepi “Io comincio bene”. Dall’indagine emerge che tra i 18 milioni di italiani che fanno attività fisica al mattino, il 7% non fa colazione né prima né dopo  lo sport.

Mentre uno su 2 (54%) sceglie di farla prima dello sport, e il 9% fa la “vera” colazione prima e poi mangia qualcosa anche dopo aver fatto attività fisica. Infine 3 italiani su 10 (30%) scelgono di fare colazione dopo aver fatto sport, per avere più tempo a disposizione per rigenerarsi.

Michelangelo Gianpietro, medico dello sport afferma che “in generale non si dovrebbe mai iniziare un’attività fisica con alle spalle un digiuno superiore alle 3-4 ore”, “saltando la colazione – avverte – si corre il rischio di farsi male in allenamento. Siamo a digiuno da molte ore, cala la glicemia e il glicogeno muscolare non è ricaricato a sufficienza, quindi se non si sostiene l’attività fisica con la colazione i muscoli possono rimanerne danneggiati. Anche per chi al mattino ha lo stomaco chiuso – inoltre raccomanda l’esperto – il suggerimento è quello di mangiare comunque qualcosa, anche dei biscotti o un dolce da forno a ridosso dell’allenamento, purché non si resti a digiuno”.

Dall’indagine si scopre che gli italiani che praticano attività fisica al mattino rimangono fedeli alla colazione classica; l’86% non cambia la scelta degli alimenti da portare in tavola, e non aumenta o diminuisce le porzioni. Oggi  l’attività sportiva al mattino coinvolge sempre più italiani: il 22%  la fa dalle 3 alle 6 volte a settimana.

Molti degli sportivi mattinieri sono uomini over 50, mentre le donne hanno meno regolarità e fanno sport in media 1-2 volte alla settimana. Nord Est e Centro rappresentano le aree geografiche più attive dello stivale. Mentre, se rivolgiamo lo sguardo all’Europa, con 96 giorni l’anno su una media europea di 108 giorni, siamo ancora al penultimo posto nella classifica della pratica dell’attività fisica, dietro a Gran Bretagna Francia, Germania, Spagna e Svezia. Ancora più dinamici gli Stati Uniti, che dedicano al fitness 135 giorni l’anno.

Dall’indagine Doxa-Aidepi emerge che i luoghi più frequentati dagli sportivi al mattino sono proprio quelli all’aria aperta (66%). Il 25% fa sport scegliendo una struttura sportiva come palestra o piscina, ed un italiano su 10 (9%) sceglie casa.

I territori principali degli uomini sono principalmente parchi, giardini, campi sportivi, piste di atletica e strade (79%), mentre le donne frequentano le strutture sportive. Anche i giovani preferiscono le strutture sportive (39%), mentre gli over 50 lo sport outdoor (71%). Infine una curiosità, anche lo sport negli ultimi anni è diventato un fenomeno sempre più social con fotografie su Istagram. Nel 2014 le App dedicate al fitness hanno superato le 100.000 unità, più del doppio di quelle esistenti 2 anni e mezzo fa. Un allenatore virtuale, costituito da un’App o da social dedicati, può essere per alcuni un ulteriore elemento motivazionale con la possibilità di archiviare il diario di allenamento in formato digitale, tenendo ordinate le attività, i giorni e gli orari in cui si svolge l’attività sportiva.

>> Seguici su Facebook, vai alla nostra Pagina Fan e clicca Mi Piace <<

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *