Inchiesta appalti rifiuti ad Ischia. Reati contestati, dall’associazione per delinquere alla turbativa d’asta e corruzione

Domenico DeSianoNapoli, 15 gennaio – Un’ordinanza di custodia agli arresti domiciliari con richiesta di esecuzione del provvedimento è stata trasmessa al Parlamento nei confronti del senatore Domenico De Siano, coordinatore regionale di Forza Italia. L’inchiesta riguarda appalti per la raccolta dei rifiuti a Ischia e in alcuni comuni del Napoletano per fatti avvenuti nel 2010. Un’informazione di garanzia è stata emessa dalla Procura di Napoli nei confronti dell’ex presidente della Provincia, Luigi Cesaro, deputato di Fi.

L’ordinanza è stata emessa dal gip del Tribunale di Napoli, Claudia Picciotti, su richiesta dei magistrati della sezione Reati contro la Pubblica amministrazione, i pm Maria Sepe e Graziella Arlomede coordinati dal procuratore aggiunto Alfonso D’Avino.  A quanto si è appreso sono diversi i reati contestati a vario titolo, dall’associazione per delinquere alla turbativa d’asta e corruzione.

Si indaga anche sul tesseramento di Forza Italia. Da quanto emerge dalle intercettazioni 2011/12 c’è stato una “attività di procacciamento di tesserati operato da Ruomolo in vista delle elezioni del 2012 per il congresso provinciale del partito”. Una attività che “serviva a potenziare la corrente rappresentata da De Siano, in vista delle elezioni politiche”.

>> Seguici su Facebook, vai alla nostra Pagina Fan e clicca Mi Piace <<

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *