Nel Napoli a segno Higuain, Insigne, Hamsik e Mertens. Nella Samp gol di Eder e Correa

Sampdoria-NapoliSAMPDORIA (4-2-3-1): Viviano; Cassani, Moisander, Zukanovic, Regini; Barreto (10′ st Alvarez), Fernando; Carbonero, Correa (35′ st Ivan), Eder; Cassano (20′ st Dodò). All. Montella

NAPOLI (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam (26′ st Strinic); Allan, Jorginho, Hamsik; Callejon (39′ st El Kaddouri), Higuain, Insigne (30′ st Mertens). All. Sarri

MARCATORI: 9′ Higuain (N), 18′ rig. Insigne (N), 45′ Correa (S), 15′ st Hamsik (N), 28′ st Eder (S), 34′ st Mertens (N)

ARBITRO: Orsato

Genova, 24 gennaio – Al Ferraris tra Sampdoria e Napoli finisce 4-2 per la formazione allenata da Maurizio Sarri, al termine di una gara molto combattuta. I blucerchiati, nonostante il doppio passivo, non si sono arresi e sono riusciti a mettere in difficoltà gli azzurri in svariati momenti della partita. Anche quando sono rimasti in 10′ per l’espulsione di Cassani, autore di un brutto fallo su Insigne. Il Napoli è sembrato pagare la fatica della Coppa Italia. Non tanto dal punto di vista mentale, causa l’eliminazione ai quarti per mano dell’Inter, quanto da quello fisico. La classifica sorride al Napoli. Gli azzurri con la quinta vittoria consecutiva consolidano il primo posto, nell’attesa di conoscere il risultato della Juve, che ospiterà questa sera la Roma allo Juventus Stadium.

Il Napoli apre le danze al 9′ minuto di gioco, quando Barreto è autore di un controllo infelice e passa palla ad Higuain, che solo davanti a Viviano non ha problemi a metterla dentro. Il raddoppio arriva al 18′: su corner Jorginho passa ad Albiol, che al momento del tiro viene atterrato da Barreto. L’arbitro Orsato comanda calcio di rigore. Sul dischetto va Insigne, che fa 2-0. Il Napoli è padrone della partita e cerca di trovare il terzo gol appena se ne presenti l’occasione. Sul finale del primo tempo la Samp si sveglia e al 45′ accorcia le distanze con Correa.

Ad inizio secondo tempo, la Sampdoria si fa vedere in attacco con decisione e sembra poter acciuffare il pareggio. A rovinare i piani dei blucerchiati è Cassani, che al 13′ è autore di un brutto fallo su Insigne. Secondo giallo ed espulsione per somma di ammonizioni. Montella non fa in tempo a ridisegnare la squadra che il Napoli mette a segno il gol del 3-1 grazie all’incursione vincente di Marek Hamsik. Quando ormai la Sampdoria sembra destinata alla sconfitta, Eder accorcia le distanze e riapre la sfida al 28′ con un gran colpo di testa su angolo di Alvarez. Il colpo del Ko lo infigge Mertens al 34‘, con un bel diagonale di sinistro. Il Napoli esce dal Ferraris a testa alta ed è sempre più capolista.

>> Seguici su Facebook, vai alla nostra Pagina Fan e clicca Mi Piace <<

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *