Abrogare “la Buona Scuola”? A Napoli l’assemblea nazionale dei docenti per la costituzione del Comitato referendario

Dopo Bologna e Roma la lotta degli insegnanti alla legge 107 riparte da Napoli in una due giorni in cui si parlerà anche di una nuova Legge di Iniziativa Popolare

renzi riforma scuolaNapoli, 31 gennaio – Dopo l’assemblea nazionale di Bologna del 6 settembre 2015 e quella di Roma dell 29 novembre scorso, i docenti si incontreranno a Napoli. Appuntamento il 6 e 7 febbraio per costituire il comitato proponente che, sulla scorta delle indicazioni del comitato tecnico scientifico, già costituito, individui i testi dei possibili quesiti referendari abrogativi del testo della Legge 107/201.

Sono 37 i comitati a sostegno della Lip Scuola che si sono dati appuntamento il 6 febbraio a Napoli per riprendere il percorso di rivisitazione e di attualizzazione del testo del 2006 della LIP (Legge di Iniziativa Popolare, ndr) che riformi, con una proposta che parta dal mondo della scuola, la Scuola Pubblica italiana. L’obiettivo che si daranno i comitati proponenti è quello di avviare una nuova raccolta di firme per “riproporre una legge di iniziativa popolare per una buona scuola per la Repubblica“.

Domenica 7 febbraio si parlerà di referendum abrogativo dell’attuale Legge 107/2015.

Entrambi gli incontri si terranno presso Sala del Capitolo, complesso monumentale di San Domenico Maggiore, al Vicolo San Domenico Maggiore, 18 a Napoli dalle ore 10.00 alle ore 18.00.

Il Comitato Lip invita “tutti coloro che hanno a cuore le sorti della scuola pubblica” a partecipare, comunicando la propria adesione a: info@lipscuola.it.

Lascia un commento

17 − nove =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.