La Cultura popolare  di un territorio al servizio della cittadinanza, che trova dimora nella più alta forma di presidio democratico locale: la scuola. Un progetto innovativo che si candida ad essere un prototipo socio-culturale da esportare su tutto il territorio nazionale

storigrafandoLa sede dell’iniziativa è ad Afragola, città alle porte di Napoli che all’interno del Primo Circolo Didattico Statale “G. Marconi” ha visto la luce, grazie al laborioso impegno del suo preside  e dei suoi collaboratori, interni ed esterni. “Le radici del nostro sentire sono il futuro e il nostro avvenire”  è il moto di questa grande iniziativa che unisci storia, cultura, artigianato, senso civico e amore sconfinato per la propria terra.

“L’idea di creare un Museo Civico Scolastico, nasce da una profonda consapevolezza sull’importanza della “Memoria Storica ” attraverso la quale ricostruire la nostra identità e il senso del tempo – spiega il Preside Fernando Spagnuolo – niente fa rivivere il passato più intensamente, che immergersi tra le sue autentiche testimonianze.

Un grande lavoro in cui il dirigente scolastico è stato coadiuvato dalla referente maestra Cristina Giannota e che regala ai suoi visitatori un tuffo nel passato: singolari reperti, oggetti, cartografie e ricerche storiche, capaci di suscitare una miriade di sensazioni profonde che rievocano la laboriosità, la dedizione profusa nella vita semplice di un tempo.

I destinatari di questo itinerario storico culturale sono, oltre alla  comunità scolastica del territorio anche le associazioni e i visitatori amatoriali che avranno  la possibilità di osservare le radici di un territorio che ha ancora bisogno di essere stimolato a dare di più per la sua cittadinanza. “Divulgare, sensibilizzare, convincere, che valorizzare l’identità culturale, aiuta a valorizzare il passato, comprendere il presente e costruire con più consapevolezza il futuro” – sottolineano i promotori del progetto.

L’obiettivo generale è ampliare l’offerta formativa attraverso una didattica innovativa integrata ed inclusiva, valorizzare il senso della “memoria storica”, stimolare la curiosità, attraverso un viaggio nel tempo e soprattutto far acquisire la consapevolezza che perdere le tracce del passato equivarrebbe a svuotare l’ identità culturale.

Il progetto del Museo intitolato all’avvocato Armando Izzo già sindaco di Afragola e al soldato decorato al merito Francesco Chianese rappresenta un’efficace e valida ricaduta dal punto di vista  formativo sulla didattica curriculare. La denominazione del Museo Civico”Storigrafando” indica la composizione espositiva di dati storici, fondata sull’interpretazione e sulla rielaborazione dei fatti e reperti di una data epoca.

“Il Museo Civico Scolastico,  dovrà  essere inteso non solo come luogo da visitare, ma anche e soprattutto come luogo da vivere e frequentare per apprendere, crescere culturalmente, per ravvivare il valore del concetto del passato. – conclude il preside Spagnuolo – occorre pensare alla mission museale, affinché diventi democratica e inclusiva, si faccia strumento culturale, etico e sociale. Solo attraverso una definizione della propria identità nella contemporaneità, il Museo “può incontrare le attese e i bisogni dei fruitori di oggi e di domani, considerati non solo come i beneficiari di un’offerta, ma come patrimonio da valorizzare ed integrare.”

>> Seguici su Facebook, vai alla nostra Pagina Fan e clicca Mi Piace <<

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *