In merito alla convocazione della “mobilitazione e in difesa dei diritti dei precari” promossa da Flc Cgil, Cisl scuola, Uil scuola, Snals Confsal e Gilda Unams per venerdì 12 febbraio, la dura replica dell’Associazione Nazionale Docenti per i Diritti dei Lavoratori per quanto si legge sul sito di Flc Cgil

terza fasciaCOMUNICATO STAMPA – “L’Associazione Nazionale Docenti per i Diritti dei Lavoratori rappresenta docenti precari della Terza Fascia delle Graduatorie d’Istituto. Non tutti ovviamente, ma è una rappresentanza di quei Lavoratori della conoscenza dimenticati da tutti, politici e sindacati. Lavoratori appunto, non neo laureati che desiderano affacciarsi a quel percorso che li dovrebbe portare a lavorare nel mondo della scuola. Lavoratori e cittadini di questo Paese che chiedono pari trattamento e possibilità già concessa ai loro colleghi con esperienza, ovvero a quei colleghi che grazie al servizio prestato, lavorando nella scuola pubblica come Docenti a tutti gli effetti, sono stati abilitati con un Percorso Abilitante Speciale (PAS).

E allora leggendo il documento sul sito Ufficiale di Flc Cgil con il quale il “sindacatone” promuove la mobilitazione per il 12 febbraio prossimo restiamo stupiti e a dir poco infastiditi. In particolare, per quanto riguarda noi di Terza Fascia, costoro affermano la necessità di: “bandire il terzo ciclo di TFA per i docenti di terza fascia, spesso in possesso di anni di servizio cospicui come quelli dei colleghi delle altre graduatorie, ma che rischiano di non poter concorrere, perché privi del requisito dell’abilitazione”.

Chi sono costoro per parlare a nome della Terza Fascia e richiedere per noi tutti un percorso utile sì, ma ai neolaureati che vogliono ORA entrare nel mondo del lavoro a scuola?

Ve lo spieghiamo ancora una volta. Siamo Lavoratori con pluriennale esperienza in qualità di Docenti della Scuola Italiana. Ve lo diciamo NOI cosa vogliamo: CHIEDIAMO DI ABILITARCI CON UNO SPECIALE PERCORSO ABILITANTE RISERVATO A CHI HA ACCUMULATO ESPERIENZA E QUINDI PUNTEGGIO SUL SERVIZIO, al pari dei colleghi che nel 2013 hanno potuto iscriversi al Pas e conseguire l’agognata abilitazione! Non chiediamo altro. Chi parla a nostro nome e continua a fare richieste che non servono a noi, non ci rappresenta!

E visto che sono ancora in tanti quelli che non hanno ben chiaro chi siamo noi, ve lo spieghiamo con un disegnino animato.

Il Pas non è a numero chiuso come il Tfa. Il Pas non è limitato nelle classi di concorso ed include anche gli ITP. Il Pas non è una sanatoria, ma risponde alla Direttiva europea 36/2005. Il Pas è un diritto per chi ha maturato esperienza sul servizio. Senza abilitazione ci farete marcire in Terza Fascia dopo anni di onorato servizio! E sarete complici anche voi, “sindacatone” di questo Paese, che per far finta di essere inclusivi convocate una mobilitazione citando la Terza Fascia tanto per provare a far numero in piazza. Noi ci saremo ma con le NOSTRE richieste!

Associazione Nazionale Docenti per i Diritti dei Lavoratori – Pagina Facebook https://www.facebook.com/Docenti.Diritti.Lavoratori/

Ecco lo screenshot della pagina Flc Cgil motivo della contestazione:

flc-cgil

>> Seguici su Facebook, vai alla nostra Pagina Fan e clicca Mi Piace <<

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *