Rapinavano ville e torturavano le vittime: arrestati tre albanesi, debellata la banda

I membri della banda cavavano denti alle loro vittime

CarabinieriCasoria, 9 febbraio – I carabinieri del nucleo operativo di Casoria stamane hanno arrestato gli ultimi tre componenti della banda albanese che rapinava ville e cavava denti alle vittime per farsi dare soldi. La base della banda era situata a Caivano, le rapine erano tutte effettuate di notte con irruzioni, torture e minacce di morte, in alcuni casi anche a bambini.

Il capitano dei carabinieri Iannica ha ricostruito diverse rapine effettuate nel salernitano, nel napoletano e in alcuni casi anche in Basilicata. La banda si muoveva sempre con auto di grossa cilindrata ed erano sempre armati di pistole, che in alcuni casi rischiavano anche di utilizzare. La banda uindi probabilmente è stata è stata tutta individuata e debellata visto che già a dicembre ci sono stati altri cinque arresti.

Lascia un commento

undici − quattro =