In tutto sono dieci i centri di accoglienza chiusi, 7 dai Nas, 3 dalla Prefettura di Avellino

migrantiAvellino, 13 febbraio – Sette centri di accoglienza per migranti sono stati posti sotto sequestro nell’Avellinese. I Carabinieri dei Nas questa mattina hanno eseguito l’ordinanza emessa dal gip di Avellino su richiesta della Procura. I centri si trovano a Mercogliano, Monteforte, Serino e Pietrastornina. Il loro sgombero è stato però differito per trovare soluzioni idonee ad accogliere i migranti ospitati nelle strutture. Nel mirino dei Nas le condizioni igieniche, derrate alimentari in cattivo stato di conservazioni, e la sicurezza dei locali con gravi problemi strutturali utilizzati per ospitare i migranti richiedenti asilo.

Altri tre centri sono stati chiusi su disposizione della Prefettura di Avellino. Due centri sono a Monteforte, gestiti dalle cooperative “In Opera” e “Engel”, uno a Ospedaletto d’Alpinolo, gestito dalla cooperativa “In Opera”. L’inchiesta, coordinata dal Procuratore Rosario Cantelmo, è partita dagli esposti della Cgil che ha denunciato la precarietà delle condizioni igieniche dei locali che ospitano i migranti, ma anche la qualità del cibo somministrato. Risultano indagati i responsabili delle varie cooperative gestori dei centri di accoglienza nonchè alcuni fornitori.

>> Seguici su Facebook, vai alla nostra Pagina Fan e clicca Mi Piace <<

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *