La mozione impegna la Giunta regionale per l’elaborazione di un piano energetico regionale

impianto eolicoNapoli, 20 febbraio – Nel corso dell’ultima seduta del Consiglio regionale è stata approvata all’unanimità la mozione sull’eolico selvaggio nei territori dell’Irpinia e del Sannio. La mozione a firma del consigliere Vincenzo Viglione (M5s), impegna la Giunta regionale ad attivarsi per la redazione e l’approvazione di un piano energetico regionale e a far si che i procedimenti autorizzativi in corso siano compatibili con i contenuti del piano.

Grande soddisfazione è stata espressa sia da Viglione e dal presidente della Giunta regionale, Vincenzo De Luca, che ha molto apprezzato il contenuto della mozione. “Abbiamo ottenuto – ha affermato Viglione – un’importante vittoria sull’eolico che ha un valore doppio grazie al voto unanime di tutte le forze presenti in Consiglio regionale della Campania e con la condivisione nel merito del presidente De Luca. La sospensione dei nuovi impianti eolici nei territori tra l’Irpinia e il Sannio e l’elaborazione di un piano energetico è un importante passo in avanti. Abbiamo il dovere – ha spiegato – di tutelare i nostri territori, di preservare la salute degli abitanti e di dare opportunità di sviluppo a chi opera nei settori dell’agricoltura e del turismo. Dobbiamo far cessare – ha concluso – il business dei grandi gruppi che stanno aggredendo la Campania e dietro ai quali spesso di annida la criminalità”.

A smorzare leggermente gli entusiasmi è il Fronte Sannita per la difesa della Montagna, che ha annunciato di voler continuare la battaglia legale nei confronti della Regione Campania a forza di diffide e denunce penali, pur apprezzando la mozione del M5s che “ha avuto il merito – spiega in una nota Giuseppe Fappiano, portavoce del Fronte Sannita per la Difesa della Montagna – di portare all’attenzione collettiva un problema enorme ma considerato di nicchia”. Quello che lascia perplesso il Fronte è il fatto che sulla regolamentazione e controllo dei certificati verdi la Regione Campania non ha alcun potere. Mentre è il Gestore dei Servizi Energetici S.p.A., società controllata dal Ministero dell’Economia e delle Finanze, che regola ed eroga i certificati alle società produttrici di energia elettrica da fonte rinnovabile.

Poi c’è la modifica voluta da De Luca alla mozione. Modifica che evita di bloccare le procedure di valutazione e approvazione delle autorizzazioni di nuovi impianti eolici, per non mettere in difficoltà, come ha spiegato lo stesso De Luca, i dirigenti regionali. Il Fronte Sannita per la Difesa della Montagna auspicava una convergenza sulla mozione presentata dal consigliere Iannace (lista De Luca presidente) che prevedeva la sospensione degli iter valutativi VIA-VAS-VI e lo stop alle autorizzazioni degli impianti eolici già concessi. Ma viene da chiedersi se a quel punto la mozione sarebbe stata approvata.

>> Seguici su Facebook, vai alla nostra Pagina Fan e clicca Mi Piace <<

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *