Primarie centrosinistra, Marfella: “A Napoli le clientele contano poco. Questo dicono i sondaggi”

Il candidato del Psi fa il punto dell’attuale situazione politica in città e torna a chiedere un vero confronto tra i candidati alle primarie

Antonio.MarfellaNapoli, 29 febbraio – “Quello che indicano chiaramente i dati dei sondaggi sulle primarie del centrosinistra, a mio parere, è che a Napoli per fortuna, i ‘pacchetti di voti’ e le cliente contano nel complesso meno di una proposta politica fatta con anima e sangue”. Lo scrive nel suo blog su ilfattoquotidiano.it Antonio Marfella, candidato del Psi alle primarie del centrosinistra di Napoli, riferendosi al sondaggio di Euromedia per il quotidiano Il Mattino (vai all’articolo).

Marfella, medico impegnato da diversi anni nella lotta alle malattie derivate dall’inquinamento ambientale nelle cosiddetta Terra dei Fuochi, nel corso del suo articolo cita Caravaggio e mette in guardia dal sottovalutare i problemi urbanistici e sociali. “Esattamente come la Napoli spagnola dipinta dal ‘profeta’ Caravaggio nel 1607 – scrive Marfella –, ci stiamo avviando verso un ‘disastro epocale’ e continuiamo a danzare e a ‘fare politica’ su pacchetti di voti e clientele, senza minimamente affrontare con visione profetica e coraggio il futuro prossimo alle porte: droghe, rifiuti speciali, degrado socio economico e lavoro in schiavitù senza dignità”.

Ai problemi urbanistici, come lo sviluppo disarmonico del Porto e dell’hinterland, secondo Marfella, è da ascrivere l’abbassamento dell’aspettativa di vita media dei cittadini napoletani. “Troppo soffriamo e paghiamo ogni giorno la politica delle lobby e delle clientele”, scrive Marfella.

Il candidato del Psi poi rivolge un consiglio agli altri candidati: “Napoli non eleggerà mai un sindaco senza anima. Questa è la forza di de Magistris, migliorato dal suo periodo di ‘sindaco di strada’, come io da tempo sono ‘medico di strada’”. Marfella infine auspica un confronto diretto con Bassolino, Valente e Sarracino. “L’unica mia profezia, che si materializzerà tra poco, sarà quella che i principali competitors non avranno avuto neanche una volta il semplice coraggio di confrontarsi tutti insieme e con un semplice e umile ‘Nessuno’, profeta temporaneo della politica partenopea, come il sottoscritto in attesa delle ‘idi di marzo’ del Pd napoletano, al termine di queste ‘primarie senza primarie’ del centrosinistra a Napoli”.

Lascia un commento

15 + 12 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.