Ponticelli, ucciso mentre dormiva nel suo letto: Giovanni Sarno fratello di un collaboratore di giustizia

Fratello di Carmine Sarno, l’uomo era invalido. Regolamento di conto o vendetta

AggressioneNapoli, 7 marzo – Ucciso con due colpi di pistola alla testa nel suo letto. E’ accaduto la scorsa notte, a Napoli. La vittima si chiamava Giovanni Sarno, 54 anni, fratello di Carmine Sarno, collaboratore di giustizia. Il corpo è stato trovato da una nipote, intorno alle 4. I parenti sono stati avvertiti da un anonimo che, nel cuore della notte, ha citofonato. L’uomo aveva precedenti per associazione a delinquere, porto abusivo di armi, omicidio, rapina. Sull’accaduto indaga la Squadra Mobile della Questura di Napoli.

L’uomo è stato freddato con 4-5 colpi di pistola, nessun bossolo è stato ritrovato sul luogo del delitto. Due proiettili lo hanno raggiunto alla testa. L’uomo, invalido, viveva in un “basso” del quartiere Ponticelli, con la porta sempre aperta e in condizioni di indigenza. I fratelli, elementi di vertice del clan Sarno, hanno iniziato a collaborare con la giustizia nel 2009 e gli investigatori non escludono che l’omicidio possa ricondursi a una vendetta o a un regolamento di conti. Molto probabilmente l’uomo stava dormendo quando chi lo ha ucciso è entrato in azione.

Lascia un commento