Manfredi (PD) sul rimpasto alla Provincia di Napoli: “Vicenda tragicomica”.

Napoli 26 maggio. Massimiliano Manfredi, presidente provinciale PD Napoli: “Dopo aver lasciato l’ente provinciale per diversi mesi senza giunta in una fase cosi’ difficile per il nostro territorio, sinceramente pensavo che il Presidente Cesaro fosse alla ricerca di personalità di spicco della nostra società per consentire, dopo 3 anni di fallimenti, ala Provincia di battere finalmete un colpo in favore dei tanti problemi che affliggono la comunità napoletana ma, prontamente anche stavolta ammetto di non averne compreso l’alto disegno politico: bisognava aspettare quali aspiranti sindaci della PDL fossero bocciati dagli elettori al recente turno amministrativo per completare la giunta, logicamente essendo diverse decine gli aspiranti vista la catena di sconfitte subita dalla potente macchina elettorale targata Palma-Cosentino-Cesaro, sono state necessarie immagino delle primarie interne che hanno lasciati non pochi scontenti all’interno di questa allegra compagnia.

Leggiamo infatti, con stupore, che solo l’on Nespoli, probabilmente distratto dai suoi molteplici incarichi, si sia accorto solo ora che vi sia un palese conflitto di interessi tra il Cesaro presidente della provincia e quello coordinatore della pdl di Napoli.

Peccato che lo stesso Nespoli l’ho abbia sostenuto per la stessa carica in pompa magna solo poche settimane fa. Di fronte a questa vicenda tragicomica che contribuisce ad allontanare sempre piu’ i cittadini dalla politica il Partito Democratico di Napoli ha il dovere di completare l’elezione dei suoi nuovi gruppi dirigenti nel piu’ breve tempo possibile al fine di raccogliere le migliaia di elettori disgustati ed in fuga dalla pdl di napoli al fine di dimostrare con i fatti che un’altra politica è possibile”

Lascia un commento

dieci + due =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.