Palermo-Napoli 0-1. Decide Higuain su rigore e la Juve non scappa

Gol di Higuain dal dischetto al 22′ del primo tempo. Il Napoli non chiude la partita e soffre ma alla fine porta a casa i tre punti

Palermo.Napoli.Higuain.rigorePALERMO (4-3-2-1): Sorrentino; Struna, Gonzalez, Andelkovic, Pezzella; Hiljemark (dal 36′ s.t. Balogh), Jajalo, Chochev; Quaison (dal 46′ s.t. Trajkovski), Vazquez; Gilardino (dall’8′ s.t. Djurdjevic) All. Novellino.

NAPOLI (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Allan, Jorginho, Hamsik (dal 27′ s.t. David Lopez); Callejon (dal 20’s.t. Mertens), Higuain, Insigne (dal 43′ s.t. El Kaddouri) All. Sarri.

MARCATORI: Higuain su rig. al 22′ p.t.

ARBITRO: Rocchi di Firenze

Napoli, 13 marzo – Il Napoli esce indenne dal Barbera e porta a casa i tre punti, grazie al gol segnato su rigore da Gonzalo Higuain al 22′ del primo tempo. Poi si limita a controllare ma quando nel secondo tempo il Palermo cresce d’intensità, soffre. Tante le occasioni gol sprecate dagli attaccanti azzurri, che non riescono mai a chiudere la partita prima del triplice fischio di Rocchi. Il Napoli gioca bene ma non brilla, segno che la formazione di Sarri sta ancora vivendo un periodo contraddistinto dalla poca lucidità delle sue pedine migliori. Higuain e compagni rilanciano la sfida alla Juve, rimanendo a soli 3 punti di distanza quando mancano ormai nove partite al termine della stagione. Quanto al Palermo, la cura Novellino nonostante la sconfitta di questa sera, sembra che stia già avendo i suoi effetti. I tifosi rosanero possono guardare alla salvezza con più fiducia.

Il Napoli si rende subito pericoloso. Al 2′ minuto di gioco verticalizzazione tra Higuain e Allan, con quest’ultimo che crossa rasoterra per Insigne. Tiro debole del trequartista azzurro e parata facile per Sorrentino. Durante i primi venti minuti di gioco il Napoli fa vedere le cose migliori ma il gol non arriva. Al 22′ calcio d’angolo per il Napoli e trattenuta in area di rigore di Andelkovic su Albiol. Rocchi non ha dubbi e concede un calcio di rigore che difficilmente viene fischiato in Italia. Sul dischetto va Higuain, che non sbaglia. Il Napoli è avanti e si limita a controllare il risultato, ma il vantaggio rischia di sfumare al 42′: tiro a giro di Vazquez e Reina costretto a smanacciare in angolo.

L’inerzia della gara non cambia nel secondo tempo. Al 49′ Higuain colpisce a botta sicura ma Sorrentino blocca. Al 55′ grande verticalizzazione di Jorginho per Insigne, che riesce a toccare il pallone ma non a imprimere forza. Facile la parata dell’estremo difensore rosanero. Al 14′ lo stesso Insigne è nuovamente pericoloso: il suo tiro termina di poco oltre la traversa. L’ultima vera occasione gol della partita è ancora degli azzurri: Higuain si trova a tu per tu con Sorrentino ma tenta di superarlo con un improbabile pallonetto. Il Napoli porta a casa una vittoria fondamentale, mette al riparo il secondo posto dalla pressione della Roma e accorcia le distanze sulla Juve. Il sogno scudetto degli azzurri continua.

Lascia un commento

diciassette − 2 =

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.